Asini. Quali rischi e malattie in estate

Asini al pascolo, in prossimità degli abbeveratoi
la Redazione
1 agosto 2014

In estate gli asini possono essere soggetti a malattie che derivano anche dalla presenza di mosche. Le cure e gli interventi preventivi

La mosca domestica è, per gli asini, l’ospite intermedio di un nematode le cui larve sono responsabili della cosiddetta abronemosi cutanea o «piaga estiva». Mentre i vermi adulti causano agli asini una forma di parassitosi a livello dello stomaco, le larve, quando vengono deposte dalle mosche a livello di piccole ferite della cute, contaminano la lesione e spesso la ingrandiscono con i loro tragitti migratori, rendendo assai difficile la cicatrizzazione spontanea. La cura prevede la pulizia giornaliera della ferita con acqua e sapone (è adatto quello di Marsiglia), cercando di eliminare il materiale crostoso magari con l’ausilio di una piccola spazzola. Sulla ferita è possibile applicare della pomata a base di antibiotici e intorno a essa dei prodotti repellenti che non abbiano azione irritante.

A scopo preventivo, in modo particolare per gli asini che vivono in luoghi dove la presenza di mosche è particolarmente abbondante, si consiglia di ripetere la somministrazione di vermifugo, ma non prima che siano trascorsi 30-60 giorni (a seconda del farmaco impiegato) dalla dose precedente. Il trattamento è efficace anche contro le larve e le mosche di gasterofili, responsabili di una forma di parassitosi a sede gastrica e intestinale.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?

Approfondimento

coniglio-razza-italiana-gigante-pezzato-410×240 Allevamenti
Tutte le 43 razze di conigli italiani Il Registro Anagrafico della specie cunicola comprende 43 razze suddivise, in base al peso dei soggetti e alla struttura del pelo, in quattro categorie: pesanti, medie, leggere, a struttura di… (continua)
Uomo con pollo tra le braccia – Vita in Campagna Allevamenti
Cura del pollaio nell’allevamento di polli da carne Nell’allevamento dei polli, per garantire un ambiente sano, è fondamentale soprattutto curare l’igiene della lettiera. Questa, però, va mantenuta senza mai cambiarla completamente, fino alla conclusione del ciclo di allevamento (per… (continua)
Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER