Entro due anni sarà necessario il «patentino» per quasi tutti i prodotti fitosanitari

Prodotti fitosanitari
la Redazione
4 luglio 2018

Sabato 2 maggio 2020: appuntatevi questa data perché da quel giorno non potrete più trattare i pomodori del vostro orto contro la peronospora se prima non avete ottenuto il «patentino», ovvero il certificato di abilitazione all'acquisto e all'utilizzo dei prodotti fitosanitari

Fra poco meno di due anni si concluderà il periodo di applicazione delle misure transitorie previste dal Decreto interministeriale n. 33 del 22 gennaio 2018 «Regolamento sulle misure e sui requisiti dei prodotti fitosanitari per un uso sicuro da parte degli utilizzatori non professionali». Si complica quindi la vita per gli hobbisti e i piccoli produttori.

Per consentirvi di comprendere meglio la portata delle novità previste dalla norma in questione, vi riassumiamo le tappe che rapidamente porteranno all’obbligo del possesso del «patentino» praticamente per tutti i prodotti fitosanitari, compresi gran parte di quelli ammessi in biologico:

  • 2 maggio 2018: entrata in vigore del Decreto interministeriale n. 33 del 22 gennaio 2018;
  • 16 agosto 2018: data limite per la vendita e l’impiego con le modalità attuali;
  • 2 novembre 2018: data limite della norma transitoria che consente la vendita e l’impiego di prodotti fitosanitari concentrati a utilizzatori non professionali in confezioni fino a 1 litro o 1 kg, purché accompagnati dal fac simile della nuova etichetta; da questa data saranno a disposizione solo di utenti in possesso di «patentino». Per altri 18 mesi è ancora consentita la vendita e l’impiego a utilizzatori non professionali di prodotti in confezioni fino a 500 ml o 500 grammi;
  • 2 maggio 2020: data limite della norma transitoria che consente la vendita e l’impiego di prodotti fitosanitari concentrati a utilizzatori non professionali in confezioni fino a 500 ml o 500 grammi; da questa data tutti i prodotti non classificati come prodotti da utilizzare esclusivamente per la difesa fitosanitaria di piante ornamentali («PfnPO») o prodotti per la difesa fitosanitaria di piante edibili («PFnPE») saranno a disposizione esclusivamente di utenti in possesso di «patentino».

Il che significa che gli hobbisti potranno utilizzare meno del 10% dei prodotti attualmente a loro disposizione.

Come ottenere il patentino per l’acquisto di prodotti fitosanitari

Il «patentino» viene rilasciato dalle Regioni o Province autonome; per conseguirlo occorre essere maggiorenni ed è necessario frequentare un corso di 20 ore presso enti autorizzati e superare un esame di abilitazione che consiste nella somministrazione di test o un colloquio orale. Il documento ha una validità di 5 anni e viene rinnovato su richiesta del titolare, che deve aver frequentato dei corsi di aggiornamento di 12 ore nel periodo di validità del documento.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?

Approfondimento

Prodotti fitosanitari Frutteto
Entro due anni sarà necessario il «patentino» per quasi tutti i prodotti fitosanitari Fra poco meno di due anni si concluderà il periodo di applicazione delle misure transitorie previste dal Decreto interministeriale n. 33 del 22 gennaio 2018 «Regolamento sulle misure e sui… (continua)
rugiada 410×240 Redazione
23-24 giugno: è la notte magica di San Giovanni Secondo i proverbi contadini la rugiada che scende all’alba della notte tra il 23 e il 24 giugno ha proprietà magiche che si effondono sulle erbe di giardini, prati e… (continua)
Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER