Coltivare cicoria Zuccherina di Trieste, sia in orto che in vaso

cicoria da taglio zuccherina di trieste
la Redazione
4 settembre 2015

È una cicoria che si adatta a qualsiasi tipo di terreno, facilissima da coltivare. La semina si effettua quasi tutto l’anno, anche se quella di settembre-ottobre offre raccolti più prolungati

La cicoria Zuccherina di Trieste può essere da taglio (si raccoglie più volte tagliando solo le foglie) o da cogliere (si raccoglie la pianta intera) ed è dotata di elevata precocità. La cicoria Zuccherina di Trieste si può coltivare dal Nord al Sud Italia e riesce bene, ma solo in estate, anche negli orti di montagna fino ai 1.500 metri di quota.

Semina della cicoria Zuccherina di Trieste

Innanzitutto vangate il suolo sino a una profondità di 20-25 cm ed evitate di distribuire qualsiasi tipo di concime. Dopo la vangatura sistemate il terreno in modo che non vi siano ristagni d’acqua e rastrellate successivamente il suolo al fine di sminuzzare finemente le zolle. Dopo di che seminate molto superficialmente (i semi devono essere coperti da soli 2 mm di terra) a file distanti 8-12 cm l’una dall’altra, in modo da facilitare le successive operazioni colturali, come per esempio  l’irrigazione e l’eliminazione delle erbe infestanti. La quantità di seme da impiegare per metro quadrato è di 6-8 grammi. Per l’avvio della germinazione sono necessarie temperature vicine ai 10 °C, anche se i valori ottimali sono compresi tra i 20-22 e 26 °C.

A parte in fase di germinazione, irrigate sempre per scorrimento-infiltrazione laterale per scongiurare l’insorgere di possibili marciumi. A fine ottobre (Pianura Padana) proteggete le colture con piccoli tunnel e toglieteli a fine raccolta (a seconda delle zone a fine febbraio-marzo).

Come coltivare la cicoria Zuccherina di Trieste in vaso »»

Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?

Approfondimento

interfilare seminato con essenze attrattive per gli insetti utili Frutteto
L’inerbimento favorisce insetti e acari utili e arricchisce gli agrosistemi La presenza di erba in prossimità di aree coltivate consente l’insediamento di insetti e acari, predatori e parassiti utili, che contribuiscono al contenimento di quelli dannosi, nonché dei pronubi (api,… (continua)
impianto-irrigazione-orto Orto
Come irrigare gli ortaggi pur avendo poco tempo a disposizione Nella gestione e nella cura dell’orto, l’irrigazione è senza dubbio l’operazione che richiede più tempo in assoluto, soprattutto in annate che presentano lunghi periodi siccitosi. Per ottimizzare il lavoro, e… (continua)
Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER