Consigli per la coltivazione dei fagioli Borlotto

Fagioli Borlotto
Orto
la Redazione
Quando pianto i fagioli Borlotti e gli altri legumi, non tutti i semi germinano perché in parte marciscono. Una volta nate, le piante crescono bene, però la fioritura è scarsa e i baccelli che i fiori riescono a dare non arrivano a maturazione, cioè i semi restano incompleti. Potreste fornirmi una spiegazione?
La risposta della redazione.
Per tentare di migliorare la coltivazione dei fagioli Borlotto e di altri legumi alcuni suggerimenti sono i seguenti:
  • curare molto la sistemazione del terreno in modo che vi sia un perfetto sgrondo dell’acqua in eccesso;
  • non impiegare letame subito prima della coltivazione. In presenza di terreni poco fertili coltivare i fagioli dopo una coltura concimata con abbondanza (per esempio pomodoro e zucchino);
  • arricchire possibilmente il terreno con fosforo (perfosfato minerale-19, 30-40 grammi per 1 m²) e potassio (solfato di potassio-50, 15 grammi per 1 m²). Non usare, in linea di massima, concimi a base di azoto, soprattutto in presenza di suoli fertili. Nel caso di suoli poveri e/o colture attuate per prime, quando è più difficile per le piante disporre di azoto, apportare 10 grammi per metro quadrato di solfato ammonico-20;
  • scegliere più di una varietà, tanto nana che rampicante, per verificare qual è in grado di fornire i migliori risultati;
  • per il fagiolo e il fagiolino, invece di attuare la semina diretta, magari solo per prova, seminare in contenitore (in media tre semi per alveolo) e poi, quando le radici trattengono bene il terriccio dell’alveolo, eseguire il trapianto (30-40 piante per metro quadrato per le varietà nane e 10-12 fino a 15 per quelle rampicanti in rapporto alla loro vigoria);
  • non fare mancare acqua alle colture, ma evitare eccessi perché possono portare alla caduta (cascola) dei fiori, specialmente se l’acqua è fredda.

Potrebbe interessarti anche

apicoltore_telaino_melario_vita-in-campagna
Come vendere il mio miele se l’apicoltura non è l’attività principale? Per poter svolgere l’attività di apicoltura non più a livello hobbistico, ma con lo scopo di vendere il miele prodotto, è innanzitutto necessario aprire la partita Iva. L’apertura della partita Iva non implica l’obbligo di… (continua)

Approfondimento

Cumulo di letame in campo Frutteto
Il letame rimane un fertilizzante prezioso per le colture Il letame è l’unico concime in grado di coprire un importante ruolo su tutti gli aspetti della fertilità del terreno: fisica, ovvero agendo sulla struttura del terreno, cosa che ha riflessi… (continua)
Pianta di pomodoro danneggiata dalla grandine Orto
3 cose da fare nell’orto dopo la grandine Se la grandine si abbatte sull’orto, nel lasso di tempo che intercorre tra la formazione della ferita su una pianta e la sua cicatrizzazione, può essere utile eseguire un trattamento… (continua)
Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER