Zucchine colpite da marciume

Zucchino colpito da marciume
Orto
la Redazione
Negli ultimi anni ho acquisto piantine di zucchino per il trapianto che sono sempre cresciute regolarmente. Non appena però le zucchine raggiungevano circa i 10 cm di lunghezza, bloccavano lo sviluppo, ingiallendo e marcendo. Segnalo che effettuo la rotazione delle aiole, che irrigo con regolarità senza eccedere con le quantità d’acqua e che somministro concime azotato. Mi sapreste dare qualche indicazione su come risolvere il problema?
La risposta della redazione.
La pianta di zucchino appare in buone condizioni vegetative, mentre c’è un evidente marciume della parte distale (quella opposta al peduncolo) del frutto. Ritengo che il danno possa essere attribuito a microrganismi fungini appartenenti al genere Pythium. La malattia, nota come «Pythium rot», colpisce soprattutto le zucchine a contatto con il terreno bagnato ed è favorita dalla bagnatura dei frutti e da un clima caldo-umido. Per ridurre i rischi d’infezione è opportuno evitare l’eccessiva densità d’impianto, ricorrere alla pacciamatura delle aiole (onde impedire il contatto diretto delle zucchine con il terreno) e ridurre le irrigazioni e gli eccessivi apporti di concimi azotati. I frutti colpiti vanno asportati e allontanati dall’orto.

Approfondimento

interfilare seminato con essenze attrattive per gli insetti utili Frutteto
L’inerbimento favorisce insetti e acari utili e arricchisce gli agrosistemi La presenza di erba in prossimità di aree coltivate consente l’insediamento di insetti e acari, predatori e parassiti utili, che contribuiscono al contenimento di quelli dannosi, nonché dei pronubi (api,… (continua)
impianto-irrigazione-orto Orto
Come irrigare gli ortaggi pur avendo poco tempo a disposizione Nella gestione e nella cura dell’orto, l’irrigazione è senza dubbio l’operazione che richiede più tempo in assoluto, soprattutto in annate che presentano lunghi periodi siccitosi. Per ottimizzare il lavoro, e… (continua)
Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER