Seminate la rucola, ortaggio facile da coltivare

rucola-germinata-sotto-tessuto-non-tessuto
la Redazione
23 novembre 2016

La coltivazione della rucola, per la sua semplicità, è consigliata anche a coloro che hanno poche conoscenze di orticoltura. Resiste discretamente al freddo e si adatta a diversi tipi di terreno, purché siano ben drenati

La rucola presenta una discreta resistenza alle basse temperature e può essere coltivata per quasi tutto l’anno anche nel Nord Italia. Infatti, pur temendo i forti freddi e la gelate prolungate, sono sufficienti semplici protezioni per poterla raccogliere almeno per parte dell’inverno. È opportuno, però, non seminare se si verificano lunghi periodi freddi e perturbati. Nelle regioni con clima più mite rispetto alla Pianura Padana, invece, non è necessario alcun riparo.

Preparazione e sistemazione del terreno

Nei terreni compatti e pesanti, e in tutti quelli in cui si teme la formazione di ristagni d’acqua, vanno formate aiole sopraelevate di 15-20 cm.

Il terreno si vanga in genere subito prima di attuare la coltura sino a una profondità di circa 20-25 cm. Se si desidera attuare la coltura in aiole precedentemente pacciamate, si può anche evitare di eseguire la vangatura e ci si limita a una zappatura o a un’energica estirpatura. Prima di eseguire la semina è opportuno sminuzzare le zolle impiegando un estirpatore, anche più volte a distanza di alcuni giorni, finché è possibile usare il rastrello per la sistemazione definitiva.

La rucola è poco esigente in fatto di concimazione, tant’è che nei piccoli orti familiari non è di regola necessario effettuare alcun apporto di fertilizzanti.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?

Approfondimento

Compost alimentato con nuovo materiale Giardino
Compost, come produrlo con successo Innanzitutto la compostiera va posizionata in un luogo ombreggiato, protetto dalle correnti fredde, su un terreno piano e leggermente zappato per favorire l’azione dei lombrichi e lo scambio di microflora… (continua)
orto-biologico-crosta-superficiale Orto
Orto: crosta superficiale e perdita di fertilità Se nell’orto, dopo una pioggia o un’irrigazione, si osserva la superficie del terreno e non si riconoscono più le zolle, bensì un’unica formazione piatta e compatta, siamo in presenza della… (continua)
Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER