Venite con noi ad Albareto (Parma) per una giornata su potatura, allevamento di avicoli e recupero dei castagneti

100_5969
la Redazione
14 aprile 2017

In Valtaro, nella splendida cornice dell’Appennino parmense, sabato 3 giugno Vita in Campagna vi offre la possibilità di partecipare, insieme con i nostri esperti, a una giornata tecnico-pratica sulla potatura delle piante da frutto, sulle tecniche di recupero dei castagneti e sull’allevamento famigliare di avicoli e conigli

I coniugi Erminio e Donata Bonatti, nostri affezionati lettori di Brescia, nel 2000 hanno acquistato un vecchio casale e 6 ettari di prato e bosco, in alta Valtaro, poco sopra l’abitato di Albareto (Parma). Negli anni hanno ristrutturato il casale trasformandolo in una bellissima abitazione e, spinti dalla passione, hanno fatto ripulire il bosco, drenare e incanalare l’acqua che rischiava di portarsi via il terreno in pendio; poi hanno fatto piantare una pergola di vite e un piccolo frutteto: meli, peri, peschi, albicocchi, susini, ciliegi e actinidia.  Nei pressi dall’abitazione poi non mancano il giardino e l’orto e un parco con alberi e cespugli, un prato, un laghetto, una conigliera che ospita conigli in garenna e uno splendido ambiente per polli, oche, anatre, tacchini e faraone liberi.

Giornata su potatura, allevamento di avicoli e recupero di castagneti abbandonati

Grazie alla comune conoscenza con il collaboratore e Ambasciatore di Vita in Campagna Giovanni Rigo, i signori Bonatti mettono gentilmente a disposizione la loro azienda per la giornata di sabato 3 giugno consentendoci di poter offrire a 150 appassionati la possibilità di partecipare a una giornata tecnico-pratica sulla potatura verde delle piante da frutto, l’allevamento degli avicoli e dei conigli, le tecniche di recupero e la conversione a frutto di un castagneto.

La giornata di sabato 3 giugno, quindi, sarà condotta da Giovanni Rigo e Maurizio Arduin, storici collaboratori di Vita in Campagna, da Maurizio Musolesi, dottore forestale, e dal micologo Giorgio Guasti.

Il programma della giornata

  • ore 8,30-9,00 − arrivo dei partecipanti ad Albareto, presso il parcheggio adiacente al Palafungo;
  • ore 9,00-9,15 − suddivisione nei tre gruppi («frutteto», «pollaio» e «castagneto») e partenza per la località «Cason di Bei» con due autobus riservati (10 minuti di tragitto);
  • ore 9,30 − inizio lezioni in campo;
  • ore 10,45 − 1° cambio dei gruppi;
  • ore 12,00 − 2° cambio dei gruppi;
  • ore 13,15 − fine delle lezioni in campo e ritorno al parcheggio del Palafungo con autobus riservato;
  • ore 13,30 − pranzo a buffet presso il Palafungo;
  • ore 15,00 − approfondimento degli argomenti della mattinata presso il Palafungo: la scelta dei portinnesti e della
    forma di allevamento delle più comuni piante da frutto, le avversità e la difesa, ecc.; la conduzione di un piccolo allevamento avicunicolo famigliare; la coltivazione del castagno da frutto; i funghi della Valtaro;
  • ore 17,30 − saluti conclusivi.

In caso di pioggia l’incontro si terrà ugualmente, al coperto, presso la struttura del Palafungo, con un programma modificato non potendo effettuare dal vivo le operazioni di potatura verde delle piante da frutto e di descrizione degli interventi in bosco nel pollaio.

Costi e come iscriversi

La giornata si svolge presso un’azienda agricola e pertanto è possibile ospitare al massimo 150 persone; avranno quindi il diritto di partecipare i primi 150 che si iscrivono; le iscrizioni verranno accettate in base all’ordine di arrivo. L’iscrizione deve avvenire tramite e-mail all’indirizzo vitaincampagna@vitaincampagna.it mettendo come oggetto «Giornata tecnico-pratica Albareto» e nel testo nome, cognome, indirizzo, codice abbonamento (se abbonati) e numero telefonico, entro il 26 maggio 2017. 

Per la partecipazione all’evento è richiesto un contributo di euro 25 per persona (euro 22 per gli abbonati a Vita in Campagna). Il pranzo presso il Palafungo è escluso ma il prezzo è stato concordato in 10 euro. Per garantire l’organizzazione, il pranzo dovrà essere comunque prenotato al momento dell’iscrizione; esso prevede un buffet con prevalenza di prodotti tipici locali.

Il pagamento dovrà essere effettuato mediante bonifico entro il 29 maggio 2017 a seguito di specifica richiesta della segreteria di Vita in Campagna, che darà le indicazioni necessarie.

A pagamento avvenuto verrà emessa apposita ricevuta, che sarà consegnata al momento dell’arrivo al parcheggio del Palafungo di Albareto.

 

Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?

Potrebbe interessarti anche

Cumulo di letame in campo
Il letame rimane un fertilizzante prezioso per le colture Il letame è l’unico concime in grado di coprire un importante ruolo su tutti gli aspetti della fertilità del terreno: fisica, ovvero agendo sulla struttura del terreno, cosa che ha riflessi sulla lavorabilità, sulla capacità di… (continua)
pianta evodia fiore fiori api miele nettare albero del miele 410×240
Evodia, detta anche «albero del miele» L’evodia (Evodia daniellii) appartiene alla famiglia delle Rutacee ed è originaria dell’Asia orientale. La troviamo diffusa in Cina e Giappone, ma anche in Australia e in Africa. La sua presenza si è estesa anche ad… (continua)

Approfondimento

coniglio-selvatico Redazione
Riconoscere le tracce del coniglio selvatico Il coniglio selvatico (Oryctolagus cuniculus) vive tipicamente nella macchia mediterranea, ma la sua grande adattabilità gli ha permesso di colonizzare vari tipi di ambiente. È presente pertanto dalla pianura alla… (continua)
Stormo pavoncelle – uccelli migratori Redazione
Uccelli migratori: l’importanza dei corridoi ecologici In campagna, nel corso dell’anno, osserviamo gli arrivi e le partenze di diversi uccelli migratori provenienti dall’Africa o dal Nord Europa. Rondini, rondoni e balestrucci, ma anche usignoli, gruccioni, upupe,… (continua)
Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER