Tralci della vite troppo lunghi, procedete con la cimatura

cimatura vite pergola romagnola
la Redazione
15 maggio 2017

Il taglio dei tralci con la cimatura contiene l'eccessiva crescita della vegetazione e favorisce la formazione di nuove foglie, utili ai grappoli

Quando i tralci in accrescimento escono dalle strutture di sostegno e dagli spazi a essi assegnati dalla forma di allevamento, allungandosi caoticamente in tutte le direzioni e rischiando così di andare a coprire l’uva in maturazione si effettua la cimatura dei tralci.

Questa operazione consiste nel taglio della parte terminale dei tralci e delle femminelle. La cimatura è indispensabile e deve essere ripetuta nei vigneti molto vigorosi, ma può essere evitata in quelli in perfetto equilibrio, dove i tralci concludono il loro sviluppo verticale nello spazio a essi assegnato dai fili di sostegno. Il lavoro di cimatura deve essere terminato entro la fine del mese di giugno, per consentire alla vite di sviluppare i nuovi germogli, le femminelle, in tempo utile per contribuire all’ingrossamento e alla maturazione dei grappoli; le foglie di nuova formazione, infatti, sono molto più efficienti nell’elaborare gli elementi nutritivi e vanno ad affiancare quelle più vecchie, che via via diventano meno attive. Tagli effettuati nei mesi successivi costringerebbero la pianta a impegnare energie per ricostituire la chioma persa, sottraendole ai grappoli che sono in fase di maturazione e riducendo di conseguenza il tenore zuccherino e la qualità dell’uva.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?

Potrebbe interessarti anche

pianta evodia fiore fiori api miele nettare albero del miele 410×240
Evodia, detta anche «albero del miele» L’evodia (Evodia daniellii) appartiene alla famiglia delle Rutacee ed è originaria dell’Asia orientale. La troviamo diffusa in Cina e Giappone, ma anche in Australia e in Africa. La sua presenza si è estesa anche ad… (continua)
Peperoncini della varietà tabasco
Perché i peperoncini sono piccanti e come alleviare il bruciore se si esagera Il peperoncino come lo conosciamo in cucina è piccante perché, in natura, le specie del genere Capsicum hanno così (brillantemente) risolto il problema della difesa dei semi senza limitarne la diffusione a opera degli animali.… (continua)

Approfondimento

innesto triangolo 410×240 Frutteto
Innestare piante da frutto: i concetti base Affinché l’unione (attecchimento) delle due parti si verifichi regolarmente è necessario che si realizzino alcune condizioni fondamentali, e cioè: che esista affinità fra i due bionti; che la marza, di… (continua)
Campionamento del terreno Frutteto
Analisi del terreno: il campionamento Le caratteristiche del terreno sono molto variabili e non è possibile ottenere campioni omogenei e attendibili su superfici troppo vaste, superiori a 2 ettari. Dalla superficie da campionare vanno escluse le… (continua)
Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER