Come irrigare gli ortaggi pur avendo poco tempo a disposizione

impianto-irrigazione-orto
redazione
30 marzo 2017

L’orto richiede lavori e attenzioni quasi quotidiani, ma adottando specifiche pratiche colturali lo si può gestire bene anche riservandogli poco tempo, ottenendo comunque buoni risultati

Nella gestione e nella cura dell’orto, l’irrigazione è senza dubbio l’operazione che richiede più tempo in assoluto, soprattutto in annate che presentano lunghi periodi siccitosi. Per ottimizzare il lavoro, e quindi risparmiare tempo e acqua, occorre predisporre un impianto d’irrigazione mobile costituito da manichette forate o tubi rigidi provvisti di derivazioni con ugelli regolabili. Manichette e tubi rigidi possono essere collocati sia nelle aiole pacciamate (stendendoli sotto i teli o il materiale pacciamante in genere) che non pacciamate.

Nel caso voleste installare un impianto d’irrigazione semifisso, cioè costituito da un tubo principale dal quale dipartono derivazioni a cui collegare tubi con ugelli regolabili o manichette forate che porteranno acqua a ogni aiola, impianto realizzabile sia per aiole pacciamate che non pacciamate, rivolgetevi a un idraulico professionista. In testa a ogni derivazione va posto un rubinetto, che si tiene aperto o chiuso in funzione delle esigenze delle singole colture: se una coltura avrà necessità di una maggiore quantità d’acqua si terrà aperto a ogni irrigazione, mentre per quelle con minori esigenze d’acqua verrà aperto o chiuso a seconda degli effettivi bisogni delle colture. Questo tipo di impianto va svuotato dall’acqua quando arrivano i mesi freddi per impedire che il gelo lo danneggi. Un impianto d’irrigazione semifisso permette di razionalizzare le irrigazioni e di risparmiare acqua e tempo.

 

Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?

Approfondimento

Piantina orto scottatura telo nylon pacciamatura – Vita in Campagna Orto
Trapianti estivi su teli pacciamanti neri, occhio alle scottature La coltivazione degli ortaggi eseguita con trapianto estivo su pacciamatura di teli neri può andare incontro a scottature delle piante. Se il trapianto è eseguito in fori molto piccoli, dai… (continua)
Piantina di rucola selvatica Orto
Rucola selvatica: caratteristiche, proprietà e differenze con quella coltivata Le rucole appartengono alla famiglia delle Crucifere. Come rucola selvatica sono utilizzate alcune specie: le più conosciute sono la Diplotaxis tenuifolia (che è la più diffusa) e la Diplotaxis muralis. Il… (continua)
Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER