Novembre nell’orto, i principali lavori

cavolo-verza
la Redazione
8 novembre 2021

Mentre cadono le foglie e la natura si tinge dei colori tipicamente autunnali nell’orto ci sono vari lavori da fare, come le ultime raccolte di ortaggi estivi ritardatari, la preparazione del terreno per i prossimi trapianti e le semine autunnali

Continuate anche nel mese di novembre ad allontanare dalle aiole i residui delle colture a fine ciclo colturale e procedete all’interramento del letame (o compost). In tutti i casi bisogna evitare di lavorare terreni bagnati o molto umidi. Prima che sopraggiungano le prime gelate, proteggete con piccoli tunnel le colture che, se lasciate scoperte, non potrebbero essere utilizzate durante l’inverno (lattughe e radicchi da taglio, prezzemolo, ravanello). Riparate anche gli ortaggi che hanno bisogno di essere posti gradualmente in bianco (radicchio di Treviso e radicchio di Castelfranco). Per proteggere gli ortaggi, tranne in genere i cavoli, per un periodo abbastanza breve (cioè per circa 2-3 settimane) potete invece stendere veli di tessuto non tessuto direttamente sulle piante; è opportuno però disporli prima che inizino le brinate. Sempre prima dei forti geli ultimate le raccolte di ortaggi come cavolfiore, scarola e sedano. Non dimenticate poi di controllare gli ortaggi immagazzinati (aglio, cipolla, patata e zucca) ed eliminate quelli eventualmente guasti.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?

Approfondimento

Piantina orto scottatura telo nylon pacciamatura – Vita in Campagna Orto
Trapianti estivi su teli pacciamanti neri, occhio alle scottature La coltivazione degli ortaggi eseguita con trapianto estivo su pacciamatura di teli neri può andare incontro a scottature delle piante. Se il trapianto è eseguito in fori molto piccoli, dai… (continua)
Piantina di rucola selvatica Orto
Rucola selvatica: caratteristiche, proprietà e differenze con quella coltivata Le rucole appartengono alla famiglia delle Crucifere. Come rucola selvatica sono utilizzate alcune specie: le più conosciute sono la Diplotaxis tenuifolia (che è la più diffusa) e la Diplotaxis muralis. Il… (continua)
Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER