Ricostruire un muretto a secco: le operazioni preliminari

Muretto a secco – Foto di Emilio Verardi
la Redazione
11 agosto 2017

Tutte le stagioni sono adatte al rifacimento dei muri a secco; l’autunno-inverno è però il periodo più adatto, sia per il maggior tempo libero che per la minor fatica fisica dovuta alle temperature

Per la ricostruzione dei muretti a secco è sufficiente l’attrezzatura manuale: piccone, pala, leva, martello, mazza, carriola, rotella metrica, livella, filo a piombo e rastrello. Se i muri sono alti occorrerà anche una serie di listelli di legno, con relativi chiodi e minuteria (cioè viti, tenaglie, filo di ferro), per dare forma alla sezione desiderata. Nella ricostruzione di tratti parziali si utilizzano in gran parte le pietre recuperate e selezionate durante la fase di demolizione, considerando che molte saranno da scartare perché logorate dal tempo. Per un’impostazione razionale del cantiere il materiale e gli attrezzi vanno dislocati in modo che le operazioni siano facilitate e gli spostamenti di pesi e oggetti risultino il meno dispendiosi e pesanti possibile. Come prima operazione, quindi, è bene accatastare le pietre secondo le categorie:

  • Ricostruzione muretto a secco – Vita in campagnapietre di fondazione, che devono essere grandi, solide, a forma di parallelepipedo e non tondeggianti, perché devono sopportare il peso del muro;
  • pietre da costruzione, da preferire senza spigoli e con un lato piatto;
  • pietre di pezzatura minuta, da utilizzare per il riempimento degli spazi vuoti tra le pietre, e tra il muro e la terra come strato drenante retrostante la parte a vista;
  • pietre leganti, che per la loro dimensione e il loro peso bloccano le pietre sottostanti e fungono da appoggio per quelle soprastanti; sono da posizionare sia nel senso della profondità che in quello della lunghezza;
  • pietre di copertura, di forma piatta, «a lastroni», o secondo lo stile e la forma locale;
  • scaglie o cunei, materiale di diverse pezzature per riempire gli spazi cavi residuali, anche con funzione estetica.

Scarica l’articolo completo di Vita in Campagna sulla ricostruzione dei muretti a secco

Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?

Approfondimento

Prodotti fitosanitari Frutteto
Entro due anni sarà necessario il «patentino» per quasi tutti i prodotti fitosanitari Fra poco meno di due anni si concluderà il periodo di applicazione delle misure transitorie previste dal Decreto interministeriale n. 33 del 22 gennaio 2018 «Regolamento sulle misure e sui… (continua)
coniglio-selvatico Redazione
Riconoscere le tracce del coniglio selvatico Il coniglio selvatico (Oryctolagus cuniculus) vive tipicamente nella macchia mediterranea, ma la sua grande adattabilità gli ha permesso di colonizzare vari tipi di ambiente. È presente pertanto dalla pianura alla… (continua)
Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER