Asimina triloba: meglio scegliere piante innestate

asimina triloba
Frutteto, Giardino
la Redazione
Ho pensato di mettere a dimora due piante di asimina e vi chiedo se mi conviene comprare piante già innestate o se si possono usare anche quelle nate da seme.
La risposta della redazione.
L'abbonato fa bene a mettere a dimora due piante di asimina (Asimina triloba), in quanto questa specie, pur essendo autofertile (anche un albero isolato arriva a fruttificare), si avvantaggia molto dell’impollinazione incrociata. Conviene però evitare esemplari nati da seme, in quanto è specie dalla crescita molto lenta: per raggiungere uno sviluppo accettabile e per portare i primi frutti devono raggiungere l’età di 6- 8 anni. Gli esemplari ottenute da seme, poi, difficilmente rispecchiano i caratteri varietali della pianta dalla quale derivano e occorre successivamente provvedere a innestarle, operazione non facile a livello dilettantistico, ritardando ulteriormente i tempi di fruttificazione. Per questa ragione è sempre consigliabile mettere a dimora piante già innestate da operatori esperti in vivaio. In un prossimo numero pubblicheremo un articolo sulla coltivazione di questo albero da frutto.

Approfondimento

B&S_SP90_045_410 Giardino
Come scegliere il rasaerba in base alla dimensione del prato Una corretta valutazione del rasaerba più consono alle proprie esigenze deve essere fatta a partire dalla dimensione della superficie da gestire. Ecco una guida per valutare questo rapporto. Motore: elettrico… (continua)
decespugliatore-protezioni-dpi Frutteto
Decespugliatore: tutto sulle testine di taglio a filo Nei decespugliatori con le testine a filo questo è avvolto a bobina su un rocchetto all’interno di un guscio di plastica apribile. I due capi dei fili preposti al taglio… (continua)
Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER