Orto e giardino verso la primavera e oltre!

Fercad – apertura
24 marzo 2021

La natura ci mostra in ogni periodo dell'anno la sua bellezza, ma la primavera è la stagione che ci riserva più colori, profumi e sapori. Ciò avviene se la cura del terreno e delle piante è corretta e costante

Orto

I lavori nell’orto a marzo sono assai numerosi e in pratica ci si deve dedicare ogni giorno perché inizia, o prosegue, la coltivazione di molte piante orticole che forniranno le loro produzioni dal termine della primavera fino all’autunno. Evitate di lavorare il terreno quando è bagnato o molto umido, specialmente se è compatto o tendente al compatto. Siate quindi prudenti nell’eseguire semine e trapianti per non andare incontro a insuccessi già dall’inizio della coltura.

decespugliatore multifunzione – zappettaConcimazione dell’orto

Qualora non l’abbiate fatto in autunno, a febbraio-marzo concimate in copertura, cioè con le colture in atto, interrando i concimi a mezzo di una leggera zappatura. Concimate invece, con letame o compost, le aiole libere riservate alle colture che meglio li sfruttano, come per esempio anguria (cocomero), cetriolo, melanzana, melone, peperone, pomodoro, zucca, zucchino. In alternativa potete impiegare lo stallatico pellettato, acquistabile presso le agrarie; con questa concimazione le piante avranno a disposizione preziosi nutrienti per tutta la primavera.

Giardino

Se nelle aiole spunta qualche pianta infestante, eliminatela prontamente. Volendo potete intervenire a mano strappandola, oppure con una zappetta, facendo però attenzione a non scalzare le piante coltivate.

Concimazioni

Se in autunno, durante i lavori di preparazione del terreno delle aiole, non avete incorporato stallatico nel suolo, sostenete le fioriture (in particolare da febbraio in poi) con un concime liquido per piante da fiore da diluire nell’acqua d’irrigazione, attenendovi sempre alle dosi e alle modalità riportate in etichetta.

A fine inverno anche il prato ha bisogno di nutrienti, in particolare di azoto, elemento che dà spinta alla crescita vegetativa dell’erba e che le conferisce un colore verde brillante. Dopo il taglio somministrate concimi con NPK 15-9-12, da distribuire attenendovi sempre alle dosi indicate in etichetta. Al Sud e nelle Isole concimate a fine febbraio-inizio marzo, mentre al Nord e nelle zone di montagna operate a metà-fine marzo.

Potature

Da inizio-metà febbraio a metà marzo si possono effettuare le potature degli arbusti a foglia caduca che fioriscono sul getto dell’anno, quali buddleja, lagerstroemia, hibiscus, alcune clematidi, plumbago, ecc. Con questa operazione vanno asportati i rami vecchi che hanno fiorito l’anno precedente, stimolando così l’emissione di nuovi germogli che fioriranno nel corso della stagione vegetativa. Non vanno toccati nella maggior parte dei casi gli arbusti a fioritura primaverile, quali forsizia, cydonia, filadelfo, la maggior parte delle spiree, meli e prunus da fiore.

La potatura dei rosai ha l’obiettivo non solo di migliorare l’aspetto estetico del rosaio, ma anche la qualità dei fiori. È bene iniziare dalla metà di febbraio senza però protrarla oltre la metà-fine di marzo; una potatura tardiva può danneggiare e ritardare la prima fioritura.

Taglio del prato decespugliatore

Mantenete sempre pulita la superficie del tappeto erboso da foglie, rametti e detriti di vario genere, affinché la luce possa raggiungere l’erba ed evitare così l’insorgenza di marciumi. A febbraio (al Sud) o verso la metà di marzo (al Centro-Nord), a seconda dello sviluppo dell’erba, si può effettuare il primo taglio della stagione.

Attrezzature

Molti di questi lavori possono essere effettuati con l’aiuto di attrezzature specifiche, a scoppio e a batteria. Ma tali mansioni possono essere eseguite utilizzando anche solo una singola macchina, multifunzione, dalla struttura simile a quella di un decespugliatore.

Farcad multifunzioneHa vari accessori compatibili facili e veloci da sostituire, adatti ad ogni tipo di lavoro, tutto l’anno. Per pulire il giardino, ma anche sentieri e vialetti, si può ricorrere all’accessorio soffiatore per foglie, detriti e tagliato. La spazzola si presta per rimuovere lo sporco anche quando si annida nelle piccole fessure e nelle fughe, mentre la spazzatrice con rullo in gomma dalla grande capacità, rimuove sabbia, ghiaino o all’occorrenza la neve fresca. Con la zappetta si può poi lavorare un piccolo orto oppure tenere pulite le aiuole dalle piante infestanti.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER