Stella di Natale, una pianta per le Feste

Stella di Natale in buone condizioni per l’acquisto
la Redazione
18 novembre 2022

Ormai fa parte della tradizione natalizia, ma quella che oggi chiamiamo Stella di Natale ha origini centro-americane. Conosciamola per poter abbellire la casa durante le feste

La Stella di Natale (Euphorbia o Poinsettia pulcherrima) è da anni un simbolo delle festività natalizie assieme ad altre piante come l’abete, l’agrifoglio, il vischio…

La Stella di Natale è originaria del Messico e la sua grande diffusione è dovuta molto al lavoro di selezione e miglioramento compiuto già dai primi decenni del Novecento, in California (Stati Uniti). Oggi le varietà di Stella di Natale sono numerose e offrono una buona gamma di colori e sfumature tra il rosso, il rosa o il bianco.

Suggerimenti per l’acquisto

Le stelle di Natale di migliore qualità sono quelle compatte, con fusti non molto alti che non si spezzano; portano brattee senza macchie, quindi di colore omogeneo e intenso e formano una «cupola» uniforme attorno al vaso. I fusti devono essere coperti da foglie ben verdi (non gialline) e prive di difetti. Consigliamo l’acquisto presso rivenditori dove le piante sono ben illuminate, altrimenti i fiori potrebbero sbiadire. Effettuando l’acquisto in un periodo freddo, non bisogna esporre la Stella di Natale nemmeno per poche ore a temperature sotto lo zero perché potrebbe perdere le foglie quasi subito; in generale è una pianta delicata e non facile da coltivare, perciò è opportuno portarla il prima possibile in casa.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?

Approfondimento

compost Giardino
Compost, come produrlo con successo Innanzitutto la compostiera va posizionata in un luogo ombreggiato, protetto dalle correnti fredde, su un terreno piano e leggermente zappato per favorire l’azione dei lombrichi e lo scambio di microflora… (continua)
Giardino
Il giglio di Sant’Antonio è facile da coltivare Il giglio di Sant’Antonio predilige terreno fertile, possibilmente calcareo (non sopporta invece quello acido) e soprattutto ben drenato, perché come tutte le bulbose non tollera i ristagni d’acqua. A differenza… (continua)
Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER