La chiarifica del vino con l’albume d’uovo

Illustrazione del processo di chiarifica del vino
Redazione
la Redazione
Sul supplemento «i Lavori» di gennaio- febbraio 2012 avete accennato alla chiarifica del vino con l’albume d’uovo. Vorrei sapere se si aggiunge così com’è, sbattuto o in quale altra maniera.
La risposta della redazione.
L’albume si diluisce in acqua fredda nel rapporto 1:10 (100 grammi di albumi in 1 litro d’acqua) con l’aggiunta di un pizzico di sale grosso o di sodio bicarbonato mescolando poi lentamente con un frustino in acciaio inox, senza però raggiungere la consistenza «a neve». Il chiarificante così preparato va aggiunto lentamente al vino durante il rimontaggio o travaso, evitando la formazione di schiuma. Qualora ciò accadesse è bene rimuovere la schiuma dalla superficie del vino con un colino, per evitare che a contatto con l’aria venga colonizzata dai batteri con l’inevitabile formazione di odori anomali. Si ricorda che l’albume è un potenziale allergene.

Approfondimento

rugiada 410×240 Redazione
23-24 giugno: è la notte magica di San Giovanni Secondo i proverbi contadini la rugiada che scende all’alba della notte tra il 23 e il 24 giugno ha proprietà magiche che si effondono sulle erbe di giardini, prati e… (continua)
coniglio-selvatico Redazione
Riconoscere le tracce del coniglio selvatico Il coniglio selvatico (Oryctolagus cuniculus) vive tipicamente nella macchia mediterranea, ma la sua grande adattabilità gli ha permesso di colonizzare vari tipi di ambiente. È presente pertanto dalla pianura alla… (continua)
Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER