Rosmarino con foglie gialle e secche che poi cadono

pianta di rosmarino
Orto
la Redazione
Avevo un rosmarino meraviglioso. Da circa un anno vegeta con fatica e le foglie appena nate si coprono di macchie, si seccano e cadono. Di cosa si tratta e che cosa posso fare?
La risposta della redazione.
Il rosmarino (Rosmarinum officinalis) è una specie robusta che, di norma, non presenta malattie e problemi dal punto di vista fitosanitario. Talora si osservano deperimenti delle piante dovuti generalmente a collocazioni ambientali (anche se sopporta temperature sino a –10° C), a mancanza di adeguata luminosità, a ristagni d’acqua nel terreno, a carenze od eccessi di concimazione, a presenza di nematodi nel terreno. Il rosmarino allora si presenta con colorazione delle foglie tendente al giallo-grigio con macchie talora di colore bruno e seccumi ai margini e nelle punte delle foglie. In queste condizioni di stentata attività vegetativa si possono sovrapporre attacchi fungini, quali l’oidio, che arrivano anche a provocare la morte della pianta. In questi casi è buona cosa provvedere alla verifica del drenaggio del terreno, arieggiandolo con un’operazione di sarchiatura, equilibrare o cessare le concimazioni e, se il rosmarino è coltivato in vaso, effettuare un rinvaso cambiando il terriccio e verificando lo stato di salute dell’apparato radicale, ricordando che la presenza di parti nerastre è segno di necrosi ed asfissia radicale.

Approfondimento

interfilare seminato con essenze attrattive per gli insetti utili Frutteto
L’inerbimento favorisce insetti e acari utili e arricchisce gli agrosistemi La presenza di erba in prossimità di aree coltivate consente l’insediamento di insetti e acari, predatori e parassiti utili, che contribuiscono al contenimento di quelli dannosi, nonché dei pronubi (api,… (continua)
impianto-irrigazione-orto Orto
Come irrigare gli ortaggi pur avendo poco tempo a disposizione Nella gestione e nella cura dell’orto, l’irrigazione è senza dubbio l’operazione che richiede più tempo in assoluto, soprattutto in annate che presentano lunghi periodi siccitosi. Per ottimizzare il lavoro, e… (continua)
Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER