Riccardino, il riccio coinquilino dei gatti

riccio-riccardino-gatti-chatillon-aosta
25 ottobre 2018

Ringraziamo la signora Lucia Biagina di Chatillon (Aosta) che ha condiviso con noi la storia del riccio che è arrivato davanti la porta di casa e non si è più allontanato

Riccardino – così è stato chiamato il riccio che vedete nella foto e nel video, ndr – è arrivato una sera di maggio davanti la porta della nostra cucina a Chatillon (Aosta). Il suo aspetto era piuttosto buffo e simpatico, il suo corpo tozzo e a forma di pera, per un peso che difficilmente arrivava ai 400 grammi. Il suo musetto, piuttosto lungo e appuntito, ha fin da subito attirato le attenzioni dei miei gattini più piccoli. Le sue zampette, invece, erano corte e tozze, ma allungate dai piedi e dalle unghie appuntite su ognuna delle cinque dita.

Da allora non se n’è più andato e adora sbocconcellare dalle ciotole dei trentadue coinquilini della colonia felina: è molto ghiotto dei loro croccantini e, ancor di più, dal cibo umido che cerca di rubare più in fretta che può. Ora pesa circa un chilogrammo ed è diventato uno di casa, anche se non sempre si lascia avvicinare. Fra poco si ritirerà in letargo, ma, sapendo che una volta al mese cercherà del cibo, sarà mia cura e premura lasciare, tutte le notti, una ciotola di cibo e una di acqua per lui.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER