Da inizio marzo si può richiedere il bonus bebè

neonato
la Redazione
25 marzo 2021

Con il messaggio del 3 marzo INPS informa l’attivazione del servizio che consente di ottenere l’assegno di natalità

Il bonus bebè è un assegno che viene corrisposto ogni mese per i bambini nati, presi in affido o in adozione dal 1° gennaio al 31 dicembre 2021 fino al compimento del primo anno di età (nel caso di nascita) o del primo anno di ingresso nel nucleo familiare (in caso di adozione o affidamento preadottivo).

A chi spetta il bonus bebè

Per potervi accedere occorre essere cittadini italiani, comunitari o extracomunitari in possesso di titolo di soggiorno valido, avere la residenza in Italia e convivere con il figlio.

Quando richiederlo

La domanda va fatta entro 90 giorni dalla nascita o dall’entrata del figlio nel nucleo familiare (in caso di affidi o adozioni) o dalla data di pubblicazione della nota INPS per gli eventi antecedenti marzo;  il bonus viene corrisposto per i 12 mesi a partire da tale data.

Per le richieste inviate successivamente ai 90 giorni e, comunque, entro la fine del mese precedente al compimento del primo anno di vita o di entrata nel nucleo familiare, verranno corrisposte solo le mensilità residue fino alla dodicesima (quindi, sono perse tutte le precedenti).

Da luglio 2021 le cose cambiano

Da luglio 2021 l’assegno per la natalità sarà sostituito dall’Assegno unico per i figli a carico.

L’importo

La misura dell’assegno dipende dall’ISEE minorenni del minore per il quale si richiede l’assegno:

  • con ISEE non superiore a 7.000 euro annui l’assegno è pari a 1.920 euro annui o 2.304 euro annui in caso di figlio successivo al primo (160 euro al mese per il primo figlio o 192 euro per il figlio successivo al primo);
  • con ISEE superiore a 7.000 euro annui, ma inferiore a 40.000 euro, l’assegno è pari a 1.440 euro annui o 1.728 euro annui in caso di figlio successivo al primo (120 euro al mese per il primo figlio o 144 euro al mese per il figlio successivo al primo);
  • se l’ISEE è superiore a 40.000 euro l’assegno è pari a 960 euro annui o 1.152 euro annui in caso di figlio successivo al primo (80 euro al mese per il primo figlio o a 96 euro al mese per il figlio successivo al primo).

Eccezione per il 2021

Per gli eventi del 2021, anche in assenza di ISEE in corso di validità al momento della presentazione della domanda l’assegno di natalità verrà ugualmente corrisposto in presenza degli altri requisiti. Tuttavia, poiché non è possibile individuare la fascia ISEE di riferimento, il bonus verrà erogato nella misura minima di 80 euro al mese (o di 96 euro al mese in caso di figlio successivo al primo).

Come viene erogato

Il pagamento mensile viene fatto tramite bonifico domiciliato, accredito su conto corrente bancario o postale, libretto postale o carta prepagata con IBAN, conto corrente estero Area SEPA, intestati al richiedente.

Come accedere al bonus

  • Online accedendo con le proprie credenziali PIN, Spid, CIE o CNS.
  • Tramite Contact center al numero 803 164 (gratuito da rete fissa) oppure 06 164164 da rete mobile.
  • Per mezzo di enti di patronato e intermediari dell’Istituto.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?

Approfondimento

rugiada 410×240 Redazione
23-24 giugno: è la notte magica di San Giovanni Secondo i proverbi contadini la rugiada che scende all’alba della notte tra il 23 e il 24 giugno ha proprietà magiche che si effondono sulle erbe di giardini, prati e… (continua)
coniglio-selvatico Redazione
Riconoscere le tracce del coniglio selvatico Il coniglio selvatico (Oryctolagus cuniculus) vive tipicamente nella macchia mediterranea, ma la sua grande adattabilità gli ha permesso di colonizzare vari tipi di ambiente. È presente pertanto dalla pianura alla… (continua)
Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER