Innesto di viti di uva fragola nera, nessuna limitazione

Pianta di uva fragola vicino ad un muro vecchio
Vigneto
la Redazione
Avendo a disposizione diverse piante di uva fragola nera di 4-6 anni, desidererei sapere se si può e se è conveniente innestarle con uva fragola bianca, uva nera non fragola, uva bianca non fragola.
La risposta della redazione.
Sì, si possono innestare le piante di uva fragola nera e bianca e non ci sono limitazioni nelle combinazioni d'innesto. Per l'innesto con varietà nostrane, vanno privilegiate quelle precoci. Ricordiamo che l'uva fragola rappresenta un gruppo di ibridi tra Vitis labrusca e Vitis vinifera. Queste combinazioni furono create in Europa per trovare una soluzione al grave problema della fillossera e di altre malattie che, giunte in Europa dal continente americano, mettevano a dura prova la sopravvivenza della nostra viticoltura. L’uva fragola o Isabella (ibrido naturale tra le specie citate) diventò così una delle uve da tavola più popolari; altri ibridi, con ridotto sapore foxy, «volpino», cioè selvatico, prodotti successivamente, acquistarono una certa popolarità anche come uva da vino (il Clinton per esempio, o altri produttori diretti di vino «fragolino») in Friuli-Venezia Giulia, Veneto e Lombardia. L'uva fragola è ancora largamente presente negli orti familiari, intorno alle case e nella costituzione di pergolati, anche perché è caratterizzata da grande resistenza alle malattie, al punto da non richiedere di norma trattamenti antiparassitari. Ricordiamo però che la vinificazione di questa uva è consentita dalla legislazione italiana solo per il consumo familiare.

Approfondimento

OLYMPUS DIGITAL CAMERA Vigneto
Eliminare le viti con malattie del legno prima della potatura invernale Prima della potatura delle viti eliminate tutte le piante che mostrano evidenti sintomi di malattie del legno (mal dell’esca ed eutipiosi), evitando di produrre grosse quantità di segatura infetta che,… (continua)
innesto triangolo 410×240 Frutteto
Innestare piante da frutto: i concetti base Affinché l’unione (attecchimento) delle due parti si verifichi regolarmente è necessario che si realizzino alcune condizioni fondamentali, e cioè: che esista affinità fra i due bionti; che la marza, di… (continua)
Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER