Viti secche e vino meno buono, segni di mal dell’esca

Vite colpita dal mel dell'esca
Vigneto
la Redazione
Ho 85 anni e circa 10 anni fa ho acquistato mezzo ettaro di vigneto. Fino a due anni fa ha dato un vino buono sia come sapore, sia come gradazione. Poi ha iniziato a dare vino meno buono. Inoltre le piante danno segni di disseccamento che iniziano dalla punta del tralcio per arrivare poi al disseccamento totale. Che malattia può essere? E soprattutto come si può curare?
La risposta della redazione.
Viti secche e vino meno buono sono probabilmente segni di un attacco di mal dell’esca. Il mal dell’esca è causato dalla presenza di diversi funghi che si insediano all’interno del fusto e dei tralci dove distruggono i tessuti ed emettono sostanze tossiche per la pianta. Poiché non ci sono cure o tecniche preventive veramente efficaci, nel vigneto colpito da mal dell’esca bisogna attenersi ad alcune norme generali: in estate segnare con un nastro o vernice le piante con sintomi di malattia. Potare a fine inverno. Potare le piante ammalate per ultime in modo da evitare il propagarsi della malattia con gli strumenti di taglio. Disinfettare con soluzione di rame (solfato di rame al 2%) forbici e seghetti. Anche se con la drastica asportazione del legno ammalato non si ha garanzia di risanare la pianta, è possibile limitare i danni e la diffusione della malattia stessa. Nella cura generale del vigneto, poi, si deve fare attenzione a non apportare troppi fertilizzanti (letame incluso), non irrigare se non in caso di reale grave necessità, evitare di potare troppo lungo o comunque di lasciare una carica di gemme troppo alta per ogni pianta.

Approfondimento

OLYMPUS DIGITAL CAMERA Vigneto
Eliminare le viti con malattie del legno prima della potatura invernale Prima della potatura delle viti eliminate tutte le piante che mostrano evidenti sintomi di malattie del legno (mal dell’esca ed eutipiosi), evitando di produrre grosse quantità di segatura infetta che,… (continua)
innesto triangolo 410×240 Frutteto
Innestare piante da frutto: i concetti base Affinché l’unione (attecchimento) delle due parti si verifichi regolarmente è necessario che si realizzino alcune condizioni fondamentali, e cioè: che esista affinità fra i due bionti; che la marza, di… (continua)
Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER