La concimazione delle rose: quando e come

rose rosaio
la Redazione
3 giugno 2021

Per la concimazione delle rose è bene affidarsi a fertilizzanti specifici. Se la stagione è siccitosa provvedete anche a fornire la giusta quantità di acqua.

La concimazione delle rose va effettuata verso la metà di giugno, prima che scoppi il grande caldo e dopo un bel temporale, con un fertilizzante specifico, seguendo le dosi consigliate in etichetta. Non è necessario ripetere questo intervento se a marzo-aprile è stato somministrato un concime a cessione graduata. Prima dell’operazione allontanate parte della pacciamatura e sarchiate il terreno attorno al cespuglio; dopo la concimazione riposizionate la pacciamatura, rinnovandola se impoverita. I rosai allevati in vaso vanno concimati ogni mese sino a settembre, utilizzando un prodotto specifico per rosai sciolto nell’acqua di innaffio.

Inoltre, se la stagione si presenta siccitosa provvedete all’irrigazione dei rosai, senza bagnare la vegetazione, sia quelli di recente impianto che quelli più vecchi. Irrigate con maggior frequenza i rosai coltivati in vaso rispetto a quelli messi in piena terra.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?

Approfondimento

Giardino
Il giglio di Sant’Antonio è facile da coltivare Il giglio di Sant’Antonio predilige terreno fertile, possibilmente calcareo (non sopporta invece quello acido) e soprattutto ben drenato, perché come tutte le bulbose non tollera i ristagni d’acqua. A differenza… (continua)
01_giardino_Lilium Candidum_Giglio di sant antonio in giardino_ Vita in Campagna Giardino
Giglio di Sant’Antonio: bulbosa dai fiori profumatissimi Il giglio di Sant’Antonio è una bulbosa di notevole statura (supera ampiamente il metro di altezza) e ha uno stelo eretto su cui si inseriscono a spirale lucide foglie lanceolate. I fiori, a… (continua)
Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER