I robot rasaerba per avere un prato sempre in ordine

Robot rasaerba_GARDENA
14 giugno 2019

Avere un bel giardino, con il tappeto erboso sempre in ordine e ben curato, richiede frequenti tagli dell'erba. Un robot rasaerba a batteria ricaricabile consente di programmare il taglio quotidiano del tappeto erboso e non solo

Chi esegue questo lavoro sa bene che tagliare il prato con il tradizionale rasaerba richiede molto tempo, provoca vibrazioni e produce emissioni sonore e di gas; il rumore può essere tra l’altro una fonte di disturbo per terzi nelle zone residenziali. L’alternativa che consente di evitare tali problematiche è rappresentata dall’utilizzo di un robot rasaerba con motore elettrico, senza filo di alimentazione.

Tra i pregi dei robot rasaerba sottolineiamo:

  • Il basso consumo di energia; queste macchine sono molto più efficienti rispetto ai tradizionali rasaerba con motore a scoppio, consentendo, a parità di superficie rasata, un reale risparmio economico.
  • L’automazione; per facilitare e razionalizzare il taglio dell’erba la maggior parte dei robot rasaerba è programmabile nella frequenza dei tagli e nella loro durata.

Come orientare la scelta

Per orientare al meglio la scelta del robot rasaerba occorre considerare la superficie da tagliare e la pendenza e conformazione del prato. Sul mercato i robot rasaerba sono disponibili in vari modelli adatti a operare su aree di grandezza da 150 a 20.000 metri quadrati. Per prati di superficie inferiore a 500 metri quadrati sono sufficienti i modelli ridotti o base (con larghezze di taglio da 17 a 25 cm), per superfici fino a 2.000 metri quadrati vanno bene modelli di medie prestazioni (con larghezze di taglio da 25 a 35 cm), mentre per aree maggiori è preferibile orientarsi su quelli più grandi e performanti (con larghezze di taglio da 35 a 80 cm).

Per quanto riguarda pendenza e conformazione del prato, i modelli standard operano bene su prati pianeggianti o con pendenza massima fino al 35%; nel caso di pendenze superiori è meglio acquistare un modello a quattro ruote motrici (e di diametro adeguato: intorno a 20-25 cm), in grado di adattarsi ai pendii e dotato di dispositivo di sicurezza che blocchi automaticamente le lame in caso di ribaltamento.

Come si orienta il robot…

Per far funzionare correttamente un robot rasaerba occorre la presenza della stazione di ricarica e, nella maggioranza dei modelli sul mercato, delimitare con un cavo perimetrale la zona interessata al taglio. La delimitazione dei bordi del prato con l’apposito cavo perimetrale fornisce il segnale che viene riconosciuto dai sensori integrati nel rasaerba. Il filo può essere fissato al terreno con delle graffe oppure interrato leggermente. Alcuni modelli, grazie all’interramento di un «cavo guida», prevedono la possibilità di indirizzare il robot verso la stazione di ricarica oppure verso altre aree da tagliare separate da vialetti o stradine.

Esistono anche modelli che non richiedono la predisposizione del cavo perimetrale, in quanto sono dotati di appositi sensori di riconoscimento dell’erba sottostante. Ci sono anche dei modelli più sofisticati che integrano un sensore GPS per l’orientamento, grazie al quale vengono individuate le zone di prato già tagliate, consentendo anche la localizzazione della macchina su grandi superfici.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER