Quanta acqua serve al prato in estate? Ecco qualche consiglio…

post 8 – H350-0273 – ridotta
la Redazione
25 luglio 2016

Durante i mesi di luglio e agosto la quantità di acqua da distribuire al prato aumenta notevolmente. Ecco qualche riferimento e un accorgimento pratico per non esagerare...

Luglio e agosto sono i mesi più critici per mantenere in prato in condizioni ottimali a causa soprattutto della temperature elevate che potrebbero provocare seri danni alle specie microterme che compongono il prato. L’irrigazione, è per questo motivo, uno strumento molto efficace se ben utilizzato nelle modalità di distribuzione come abbiamo già visto sul post “Come evitare al prato i danni del caldo? Con la tecnica del «syringing»”.

Altra variabile decisiva per assicurare al prato le migliori condizioni di «mantenimento» è il controllo della quantità di acqua da distribuire.

Quanta acqua sto effettivamente distribuendo?

Ecco un semplice metodo per calcolare con approssimazione sufficiente quanta acqua distribuisce realmente il nostro impianto automatico di irrigazione:

1) munitevi di almeno 5 sottovasi (più sono e più preciso sarà il risultato) dello stesso diametro (per esempio 22 cm) e di un contenitore graduato;
2) misurate il diametro interno al bordo di un sottovaso (per esempio 21,3 cm) e calcolate il raggio (21,3 : 2 =10,65 cm);
3) posizionate i sottovasi sul prato in modo casuale;
4) azionate l’impianto di irrigazione per un tempo determinato (per esempio 10 minuti);
5) versate l’acqua raccolta da tutti i sottovasi nel contenitore graduato;
6) prendete nota della quantità d’acqua raccolta (per esempio 1.200 ml, pari a 1,2 litri);

A questo punto prendete carta e penna ed effettuate i calcoli seguendo questo esempio:

7) determinate la superficie di un sottovaso (il risultato è arrotondato):
S = r² × 3,14 = 10,65² × 3,14 = 356,14 cm²

8) calcolate la superficie complessiva di tutti e 5 i sottovasi (il risultato è arrotondato):
356,14 × 5 = 1.780 cm² (cioè 0,178 m²)

Il nostro impianto ha distribuito 1,2 litri d’acqua su una superficie di 0,178 m², pertanto:

9) per sapere quanti litri sono stati distribuiti su 1 m²  basta impostare una proporzione:
1,2 : 0,178 = x : 1
x = 1,2 × 1 : 0,178 = 6,7 litri/m² (valore arrotondato)

post 8 – tabella volumi irrigui – lowIn 10 minuti di funzionamento il nostro impianto ha distribuito 6,7 litri/m², pari a 0,67 litri al minuto per metro quadrato.

La tabella riporta il fabbisogno d’acqua giornaliero medio del tappeto erboso, espresso in litri per metro quadrato, nei diversi mesi della stagione. Considerando, per esempio, il mese di luglio il fabbisogno è di 6 litri/m² al giorno; irrigando ogni due giorni dovremo quindi distribuire 12 litri/m², irrigando ogni tre giorni dovremo distribuire 18 litri/m². Pertanto:

10) il tempo di funzionamento dell’impianto per distribuire tali quantità d’acqua sarà (valori arrotondati):
12 l/m² : 0,67 l/min. = 18 minuti ogni due giorni
18 l/m² : 0,67 l/min. = 27 minuti ogni tre giorni

Ricordiamo che l’irrigazione va effettuata al mattino molto presto; inoltre, sia il turno irriguo (intervallo di tempo tra un intervento e il successivo) che il tempo di funzionamento dell’impianto andrà «aggiustato» tenendo conto di eventuali piogge.

 

post 8 – H350-0273

 

Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?

Approfondimento

B&S_SP90_045_410 Giardino
Come scegliere il rasaerba in base alla dimensione del prato Una corretta valutazione del rasaerba più consono alle proprie esigenze deve essere fatta a partire dalla dimensione della superficie da gestire. Ecco una guida per valutare questo rapporto. Motore: elettrico… (continua)
decespugliatore-protezioni-dpi Frutteto
Decespugliatore: tutto sulle testine di taglio a filo Nei decespugliatori con le testine a filo questo è avvolto a bobina su un rocchetto all’interno di un guscio di plastica apribile. I due capi dei fili preposti al taglio… (continua)
Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER