La tradizione della barca di San Pietro

Barca di San Pietro 01
la Redazione
17 giugno 2016

Un antico rito, diffuso nelle campagne, nella notte tra il 28 e il 29 giugno che ancora affascina per la sua spettacolarità

Barca di San Pietro 02L’usanza della barca di San Pietro aveva lo scopo di «decifrare» il futuro, soprattutto meteorologico, semplicemente impiegando un vaso pieno d’acqua e un uovo. Dalla forma della barca e il numero di vele e di alberi si sperava di indovinare se le condizioni atmosferiche sarebbero state favorevoli ai raccolti o se i componenti della famiglia sarebbero stati in salute. La sua realizzazione è molto semplice ed è praticata ancor oggi in diverse zone dell’Italia.

Si procede così: la sera del 28 giugno si riempie un vaso di vetro con acqua e vi si versa lentamente l’albume. Quindi lo si sistema, senza chiuderlo, all’aperto, in modo che durante la notte riceva la «luce» della luna e poi la rugiada mattutina. Se il rito riesce, il giorno seguente l’albume avrà formato dei filamenti a forma di veliero: la barca di San Pietro, che era un pescatore.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?

Approfondimento

coniglio-selvatico Redazione
Riconoscere le tracce del coniglio selvatico Il coniglio selvatico (Oryctolagus cuniculus) vive tipicamente nella macchia mediterranea, ma la sua grande adattabilità gli ha permesso di colonizzare vari tipi di ambiente. È presente pertanto dalla pianura alla… (continua)
Stormo pavoncelle – uccelli migratori Redazione
Uccelli migratori: l’importanza dei corridoi ecologici In campagna, nel corso dell’anno, osserviamo gli arrivi e le partenze di diversi uccelli migratori provenienti dall’Africa o dal Nord Europa. Rondini, rondoni e balestrucci, ma anche usignoli, gruccioni, upupe,… (continua)
Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER