Come riconoscere Popillia japonica: caratteristiche e abitudini

esemplari di popillia japonica
la Redazione
28 maggio 2014

Popillia japonica può colpire anche gravemente, tra le nostre specie coltivate, fragola, pomodoro, vite, pero, pesco, mais, soia, nocciolo, oltre a rosa e olmo. Ecco come riconoscerlo

Gli adulti di Popillia japonica – di forma ovale, lunghi da 8 a 11 mm e larghi da 5 a 7 mm – hanno il corpo di colore verde brillante, ali (elitre) color rame o bronzo (rossicce) e piccoli ciuffetti di peli bianchi intorno all’addome, che le nostre specie indigene di scarabeidi non possiedono.

Emergono dal terreno a partire da metà maggio nelle aree con clima più caldo, in giugno-luglio nelle regioni con clima più freddo. Si nutrono delle foglie, dei fiori e dei frutti delle piante ospiti e si alimentano, muovendosi sulla pagina superiore delle foglie, del tessuto vegetale presente tra le nervature. Le foglie infestate, mantenendo solo le nervature, assumono un caratteristico aspetto scheletrico e possono successivamente imbrunirsi e cadere. Sui fiori l’insetto lascia fori di forma irregolare sui petali.

Che fare se si rinviene Popillia japonica »

 

Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?

Approfondimento

compost Giardino
Compost, come produrlo con successo Innanzitutto la compostiera va posizionata in un luogo ombreggiato, protetto dalle correnti fredde, su un terreno piano e leggermente zappato per favorire l’azione dei lombrichi e lo scambio di microflora… (continua)
impianto-irrigazione-orto Orto
Come irrigare gli ortaggi risparmiando tempo e acqua Nella gestione e nella cura dell’orto, l’irrigazione è senza dubbio l’operazione che richiede più tempo in assoluto, soprattutto in annate che presentano lunghi periodi siccitosi. Per ottimizzare il lavoro, e… (continua)
Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER