Come scegliere il trattorino rasaerba: la sicurezza

3
la Redazione
4 maggio 2017

Un buon trattorino rasaerba deve riuscire a riassumere in sé innovazione tecnologica, prestazioni ad alto livello, praticità d’uso e, come vediamo in questo articolo, un grado di sicurezza ottimale

Arresto del trattorino con operatore a bordo

Sui trattorini non devono mai mancare alcuni essenziali sistemi di sicurezza, tra cui il dispositivo «a uomo presente» per l’arresto del motore e/o del movimento nel caso in cui l’operatore abbandoni il posto di guida. A tale proposito, alcuni modelli sono dotati di un piccolo interruttore posto sotto il sedile che interrompe la trasmissione del movimento alle ruote o l’alimentazione del combustibile al motore quando il conducente si alza dalla sua postazione. Su alcuni modelli è anche presente un sensore (spesso di pressione) che comanda l’arresto dell’apparato falciante quando il sacco di raccolta è pieno, impedendo così fastidiosi (e pericolosi) intasamenti.

Aderenza e trazione

Per lavorare su terreni in pendenza è preferibile scegliere modelli a quattro ruote motrici, in grado di offrire la miglior aderenza e trazione anche in condizioni critiche. Da tenere in considerazione è anche la carreggiata (cioè la distanza tra le ruote di un asse): se è elevata, conferisce stabilità e regolarità di comportamento al veicolo anche su terreni sconnessi, specie quando è accoppiato ad attrezzature pesanti e nel caso in cui il contenitore dell’erba sia pieno.

 

1

Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?

Approfondimento

Fercad_600x350 2 Giardino
Consigli utili per la cura del prato di casa propria Ci sono dei lavori imprescindibili per avere un bel prato; questi sono il taglio, la concimazione, l’irrigazione e l’arieggiatura. Ci sono degli accorgimenti che facilitano queste operazioni, ma ad agevolare il… (continua)
Festuca arun Dx and Festuca ovina Sx – Copia Giardino
La scelta delle specie adatte per la realizzazione del prato rustico Nel prato della casa di campagna l’obiettivo è quello di costituire un sistema vegetale semplice ma al tempo stesso duraturo, capace di superare le eventuali difficoltà senza un intervento massiccio… (continua)
Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER