Come conservare le patate da seme e come «prepararle» per il trapianto

Patate
la Redazione
17 settembre 2015

Consigli utili per produrre da sé patate da seme anche nel piccolo orto. Essenziale, però, è avere locali idonei per la conservazione

Per conservare le patate, i grandi produttori le conservano in appositi magazzini a temperature che vanno da 2-3 a 7 °C e un’umidità dell’85-90%. In questi locali viene fatta circolare costantemente aria (che allontana l’anidride carbonica in eccesso) in modo da creare l’ambiente più adatto possibile alla conservazione delle patate. Per il piccolo produttore, invece, la conservazione può presentare diversi problemi sia per inesperienza sia per la mancanza di idonei locali. È da ricordare, per esempio, che nel locale dove si tengono i tuberi da seme la temperatura non deve scendere sotto lo zero e che a –3 °C si ha la perdita dei tuberi.

Per prevenire la formazione di germogli filanti si devono mettere le patate destinate alla semina, specialmente in prossimità dell’impianto (anche un mese e più prima), in un solo strato in cassettine tenute alla luce in modo che si formino solo germogli compatti, scuri. Si realizza così una sorta di pregermogliazione che ben si adatta ai trapianti eseguiti a mano in piccole superfici. Si ricorda, in generale, di non seminare patate in vendita per il consumo.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?

Approfondimento

Piantina orto scottatura telo nylon pacciamatura – Vita in Campagna Orto
Trapianti estivi su teli pacciamanti neri, occhio alle scottature La coltivazione degli ortaggi eseguita con trapianto estivo su pacciamatura di teli neri può andare incontro a scottature delle piante. Se il trapianto è eseguito in fori molto piccoli, dai… (continua)
Piantina di rucola selvatica Orto
Rucola selvatica: caratteristiche, proprietà e differenze con quella coltivata Le rucole appartengono alla famiglia delle Crucifere. Come rucola selvatica sono utilizzate alcune specie: le più conosciute sono la Diplotaxis tenuifolia (che è la più diffusa) e la Diplotaxis muralis. Il… (continua)
Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER