Orto: crosta superficiale e perdita di fertilità

orto-biologico-crosta-superficiale
la Redazione
10 gennaio 2017

L'azione battente della pioggia causa il compattamento della superficie del terreno compromettendo la crescita delle piante. Ecco perché e come attenuare gli effetti

Se nell’orto, dopo una pioggia o un’irrigazione, si osserva la superficie del terreno e non si riconoscono più le zolle, bensì un’unica formazione piatta e compatta, siamo in presenza della crosta. La «crosta» è uno strato superficiale di terreno compattato che si comporta come un tappo, interrompendo gli scambi gassosi e il movimento dell’acqua tra sopra e sotto la superficie del terreno. Nei mesi freddi, esaminando attentamente, la superficie del terreno dell’orto presenta anche uno strato verdognolo di alghe o di muschio; situazione, questa, poco comune d’estate. Si possono inoltre osservare altri particolari comuni anche al caso della perdita di fertilità per «compattamento»: la crescita delle piante non risponde alle aspettative e si comportano come se ci fosse penuria d’acqua, l’acqua fatica a infiltrarsi nel terreno che, in più, non si asciuga.

La crosta si rompe con la zappa o con il sarchiello, ma nei terreni che tendono a formare facilmente e ripetutamente la crosta, vi suggeriamo di:

  • preferire il trapianto degli ortaggi alla loro semina;
  • spargere sul terreno uno strato, alto 0,5-1 cm, di compost o letame maturi (devono avere la consistenza del terriccio), oppure di terriccio da orto-florovivaismo, o di torba, o di torba mista a sabbia.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?

Potrebbe interessarti anche

api-miele-nutrizione-inverno-vita-in-campagna-410×240
Nutrire le api con miele, naturalmente L’obiettivo che si raggiunge con questo metodo di nutrizione naturale è quello di fornire alle api il loro stesso miele, come avviene in natura. In questo modo si fornisce alla colonia un alimento biologicamente completo, evitando… (continua)
Uomo con pollo tra le braccia – Vita in Campagna
Cura del pollaio nell’allevamento di polli da carne Nell’allevamento dei polli, per garantire un ambiente sano, è fondamentale soprattutto curare l’igiene della lettiera. Questa, però, va mantenuta senza mai cambiarla completamente, fino alla conclusione del ciclo di allevamento (per questo viene definita «permanente»). Un… (continua)

Approfondimento

Compost alimentato con nuovo materiale Giardino
Compost, come produrlo con successo Innanzitutto la compostiera va posizionata in un luogo ombreggiato, protetto dalle correnti fredde, su un terreno piano e leggermente zappato per favorire l’azione dei lombrichi e lo scambio di microflora… (continua)
orto-biologico-crosta-superficiale Orto
Orto: crosta superficiale e perdita di fertilità Se nell’orto, dopo una pioggia o un’irrigazione, si osserva la superficie del terreno e non si riconoscono più le zolle, bensì un’unica formazione piatta e compatta, siamo in presenza della… (continua)
Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER