Razze a rischio di estinzione: bovina Pezzata Rossa d’Oropa

Bovina_pezzata_rossa_Oropa
la Redazione
1 dicembre 2017

Buona pascolatrice, rustica e frugale, sfrutta bene l’allevamento all'aperto richiedendo la stabulazione solo in inverno. Produce latte, destinato per lo più alla caseificazione, e carne

Nota un tempo come «razzetta di Oropa», questa bovina sembra derivare dal bestiame pezzato del Nord Europa introdotto in Italia nel V secolo. Per altri la razza deriverebbe da incroci tra la Piemontese e la Valdostana, come testimoniano le varianti a mantello pezzato nero. Attualmente la zona di diffusione è limitata alla provincia di Biella, in particolare nelle valli Elvo e Cervo. Dal 1985 la razza è iscritta nel Registro anagrafico delle popolazioni bovine autoctone e dei gruppi etnici a limitata diffusione.

Caratteristiche e finalità dell’allevamento

Buona pascolatrice, adattabile a difficili condizioni climatiche, presenta un mantello pezzato rosso con margini frastagliati variabile dall’arancione al rosso carico; le pezzature hanno sempre contorni netti. La testa, il ventre, il fiocco della coda e le estremità degli arti sono bianchi. L’altezza al garrese è di 125-130 cm. Il peso varia da circa 500 kg (femmine) a 700 kg (maschi). È una razza con buone attitudini alla produzione di latte e carne. Il sistema classico di allevamento è quello che sfrutta l’alpeggio durante l’estate e la stabulazione nel periodo invernale. L’alimentazione invernale è a base di fieno con poche integrazioni di mangime.

Cosa fare per salvarla

La salvaguardia della razza passa attraverso la promozione dei suoi prodotti, in particolare del formaggio Toma. Fondamentale è il mantenimento della tipicità di razza, che potrebbe perdersi con progressivi incroci, mentre occorre preservare le sue caratteristiche di frugalità.

005#04247_(0608)-Pezzata-rossa_a

Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?

Approfondimento

Galline al pascolo nel recinto Allevamenti
La muta delle galline del pollaio inizia in estate Durante tutto il cambio del piumaggio le galline non depongono uova. Le migliori ovaiole sono quelle che iniziano la muta più tardi (in settembre-ottobre), prolungandola per non più di due… (continua)
cane-da-pastore-bergamasco-vita-in-campagna Allevamenti
Cane da Pastore Bergamasco: carattere e caratteristiche Il cane da pastore bergamasco è una razza canina adatta alla casa di campagna perché è assai robusta e può stare all’aperto tutto l’anno. Richiede una periodica cura del mantello… (continua)
Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER