Concimazione fogliare dell’olivo in produzione

Concimazione fogliare dell'olivo
la Redazione
1 agosto 2014

I casi in cui, durante la crescita delle olive, è necessario apportare azoto

Questo periodo corrisponde alla fase di crescita delle olive e può risultare necessario sostenere gli olivi con l’apporto di azoto. Vi possono essere infatti due casi:

  • olivi che in primavera avevano ricevuto delle quantità di concime che ora appaiono inadeguate alla loro carica produttiva;
  • olivi che, trovandosi in un terreno leggero, sciolto, avevano ricevuto in primavera solo la metà del concime ritenuto necessario, perché si erano volute evitare perdite per dilavamento.

In ambedue i casi, a meno che non si disponga di acqua di irrigazione, conviene somministrare l’azoto attraverso irrorazioni alla chioma, quindi concimazione fogliare, impiegando urea alla dose di 1.000-1.500 grammi per 100 litri di acqua e ripetendo il trattamento una seconda e magari una terza volta, con intervallo di 12-15 giorni.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?

Approfondimento

Kaki Mela Varietà Hana Fuyu Frutteto
Kaki mela, le 4 principali varietà Vengono detti kaki mela quelli che risultano commestibili già alla raccolta o pochi giorni dopo e si mangiano quando sono ancora duri, tanto che si possono tagliare con il coltello al… (continua)
decespugliatore-protezioni-dpi Frutteto
Decespugliatore: tutto sulle testine di taglio a filo Nei decespugliatori con le testine a filo questo è avvolto a bobina su un rocchetto all’interno di un guscio di plastica apribile. I due capi dei fili preposti al taglio… (continua)
Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER