Come difendersi dalla ticchiolatura della rosa

Ticchiolatura rosa
8 giugno 2016

In questo articolo viene indicato l’utilizzo di prodotti fitosanitari in commercio e ammessi per la coltura in oggetto al momento della pubblicazione online. Verifica sempre, prima del suo utilizzo, che il principio attivo sia ancora registrato per questa coltura.

Responsabile della ticchiolatura è un fungo che si sviluppa a macchia sotto l’epidermide delle foglie provocando l’annerimento dei tessuti. Ecco come intervenire

Nei riguardi delle infezioni di ticchiolatura della rosa (Marssonina rosae), innanzitutto raccogliete e allontanate dal giardino le prime foglie macchiate per ridurre gli elementi infettanti del fungo. Alla comparsa delle prime infezioni, o nei periodi durante i quali le ore di bagnatura delle foglie e le temperature sono ottimali per lo sviluppo delle infezioni, effettuate un trattamento, ogni 7-10 giorni, utilizzando preparati a base di rame come poltiglia bordolese-20 (bio, irritante o non classificato), ossicloruro di rame-20 (bio, non classificato) alle dosi indicate in etichetta.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER