Progetto di oasi domestica per ospitare gli uccelli della campagna

Nido artificiale ospita cinciallegre – Giardino – Uccelli della campagna- Vita in Campagna
la Redazione
28 agosto 2016

La campagna tradizionale caratterizzata da un corso d’acqua e alberature, rappresenta l’ambiente ideale per gli uccelli selvatici che vivono nelle zone di campagna la cui presenza può essere favorita collocando nidi e mangiatoie

Premesso che è dannoso abituare gli animali a trovare cibo in una stessa zona se poi ne può cessare repentinamente la fornitura e che l’alimentazione artificiale deve cessare con l’arrivo della bella stagione, cioè quando è giusto che gli animali si rendano completamente autonomi, durante i mesi invernali è diffuso aiutare gli uccelli selvatici.

I nidi artificiali per uccelli possono essere collocati in diversi ambiti così da offrire la più ampia scelta possibile:

  • un nido a tronchetto, appeso a un tronco di conifera, può ospitare uccelli come le upupe e i picchi;
  • un paio di cassette nido chiuse sono ideali per piccoli uccelli, come per esempio le cince e il rampichino;
  • una cassetta nido aperta per gheppio può essere posta su un palo;
  • una cesta per uccelli rapaci è consigliato collocarla alla biforcazione di un grosso albero;
  • i nidi artificiali per le rondini e i balestrucci vanno appesi sotto il porticato, quelli per i rondoni sotto i cornicioni.

Collocazione-nido-a-cassetta-giardino-vita-in-campagna-uccelli-osservazione-birdwatchingL’ideale è appendere i nidi in autunno per dare modo agli uccelli di cominciare a utilizzarli per passare le gelide notti invernali, abituandosi  alla presenza di queste strutture artificiali. Ciò non toglie che si possano collocare le case per i nostri piccoli amici alati anche in inverno inoltrato.

Le cassette si devono installare possibilmente lontane dai rami, in modo da evitare un facile appiglio ai predatori. In generale è consigliabile la collocazione a un’altezza variabile tra 2 e 3 metri; vanno bene anche altezze maggiori, ma è meglio evitarle per non correre seri rischi durante gli interventi di manutenzione. Solo per alcune specie come il merlo, il pettirosso e lo scricciolo, bisogna tenere presente che il nido va invece installato nella fitta copertura di rampicanti e cespugli, anche ad altezza uomo. Per i rapaci diurni e notturni è necessario installare i nidi a 5-8 metri d’altezza: per esempio vicino alle travi del soffitto del fienile per il barbagianni, sul tetto o all’interno di un rudere o sui rami di un albero per la civetta, su un albero d’alto fusto per l’allocco, su un muro esterno di un edificio poco frequentato per il gheppio. Importante è anche l’orientamento del nido: per evitare che il vento e gli acquazzoni provochino danni alle nidiate, va attaccato con una leggera pendenza in avanti e il foro d’entrata va esposto a sud o sud-est, in un’area alberata.

Le mangiatoie per uccelli possono essere collocate nelle vicinanze della casa. Per esempio possono essere previste:

  • una mangiatoia su palo per gli uccelli di media e grossa taglia, come tordi e merli;
  • una mangiatoia appesa a un albero per uccelli di piccola taglia come le cince e altri passeriformi.

Scopri come costruire una mangiatoia per uccelli selvatici

Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?

Approfondimento

Festuca arun Dx and Festuca ovina Sx – Copia Giardino
La scelta delle specie adatte per la realizzazione del prato rustico Nel prato della casa di campagna l’obiettivo è quello di costituire un sistema vegetale semplice ma al tempo stesso duraturo, capace di superare le eventuali difficoltà senza un intervento massiccio… (continua)
Bordura di Cyclamen ciclamini bianchi a fiore Giardino
Come realizzare in giardino una bordura mista Nella realizzazione di una bordura mista, l’obiettivo è quello di creare, con le piante, un angolo di giardino pieno di colori e ricco di varietà, in un miscuglio interessante per… (continua)
Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER