Asini di pochi mesi, come staccarli gradualmente dalla madre

Giovane asino vicino allo svezzamento
la Redazione
9 ottobre 2014

I giovani asini vanno staccati dalla madre ma con la dovuta accortezza. Un giusto approccio aiuta anche il loro rapporto con l'uomo

Tra i 5 e i 6 mesi di età gli asini possono gradatamente essere staccati dalla madre. Accertatevi però che si nutrano da soli in maniera sufficiente sia di foraggi (erba e fieno) che di concentrati (mangimi o granaglie) e iniziate dapprima a separarli solo di notte, ricoverandoli in recinti o box adiacenti. Durante il giorno si possono invece lasciare ancora assieme alla madre, dalla quale popperanno ancora volentieri per un lungo periodo. In questa maniera la separazione non è troppo traumatica e si evitano ristagni nella mammella dell’asina se la produzione di latte è ancora sostenuta.

Il fatto di dover prendere e condurre quotidianamente il giovane asino è poi un bene, perché permette di assuefarlo al contatto umano e di crescerlo mansueto. Quando lo si gestisce in questo modo, è consigliabile abituarlo anche a stare legato e ad accettare le operazioni di base del governo (strigliatura, spazzolature, cura dei piedi).

Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?

Approfondimento

cane-da-pastore-bergamasco-vita-in-campagna Allevamenti
Cane da Pastore Bergamasco: carattere e caratteristiche Il cane da pastore bergamasco è una razza canina adatta alla casa di campagna perché è assai robusta e può stare all’aperto tutto l’anno. Richiede una periodica cura del mantello… (continua)
Anatra muta o muschiata Allevamenti
Anatra muta: dà carne e uova L’anatra muta o muschiata va menzionata sicuramente per l’ottima carne che fornisce, anche in tempi interessanti. Gli anatroccoli, infatti, sono precoci: a due mesi i maschi raggiungono il peso di 2 kg,… (continua)
Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER