Coniglie giovani: primo parto e alimentazione

Coniglia con i suoi cuccioli
la Redazione
10 ottobre 2014

Se possedete giovani femmine di coniglio ecco i consigli per prendervene cura, dall’inizio della loro attività riproduttiva al parto prestando attenzione all’alimentazione

In autunno possono essere presenti nell’allevamento sia coniglie vecchie di 2 o 3 anni, sia giovani femmine che iniziano l’attività riproduttiva. Per queste ultime è possibile che dopo il primo accoppiamento non si verifichi la fecondazione e si instauri una pseudogravidanza (falsa gravidanza); questo stato può durare 2-3 settimane e le coniglie possono essere rifecondate dopo 20 giorni. Se anche al secondo tentativo la coniglia non resta gravida, vi consigliamo di sostituirla. Dopo il parto controllate le nidiate (giornalmente durante la prima settimana) per la verifica immediata dello stato di salute dei nati e del loro numero; eliminate eventuali coniglietti morti ed effettuate se necessario il pareggiamento delle nidiate, in modo da formare gruppi omogenei di otto coniglietti per nido, dato che la coniglia ha otto capezzoli attivi.

Per quanto riguarda l’alimentazione, le coniglie devono essere alimentate con un pasto energetico e con molta fibra a disposizione. Per raggiungere questo obiettivo vi consigliamo di distribuire, solo al mattino, una razione energetica costituita da cereali fioccati ed eventualmente mangime commerciale. Fieno e paglia devono sempre essere disponibili; la rastrelliera va riempita nel tardo pomeriggio o alla sera.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?

Approfondimento

coniglio-razza-italiana-gigante-pezzato-410×240 Allevamenti
Tutte le 43 razze di conigli italiani Il Registro Anagrafico della specie cunicola comprende 43 razze suddivise, in base al peso dei soggetti e alla struttura del pelo, in quattro categorie: pesanti, medie, leggere, a struttura di… (continua)
Quaglia selvatica Allevamenti
Ecco come allevare la quaglia La quaglia selvatica (Coturnix coturnix) è un piccolo uccello (80-100 grammi di peso) molto prolifico, allevato sia per la produzione di uova che di carne. La deposizione inizia già al… (continua)
Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER