Diamante di Gould, uccello arlecchino

Diamante Gould Ancestrale testa arancio
la Redazione
7 aprile 2015

Il diamante di Gould (Erythrura gouldiae) è probabilmente il più variopinto ed elegante uccello da gabbia oggi disponibile sul mercato.

Il diamante di Gould è una piccola specie (lunga circa 13-14 cm), originaria dell’Australia, ormai comunemente allevata anche in Italia, facilmente reperibile presso le principali mostre ornitologiche che si tengono annualmente sul nostro territorio e nei migliori negozi di animali. È probabilmente il più variopinto uccello da gabbia oggi in commercio, un vero uccello arlecchino.

Allevare il diamante di Gould è facile

Bastano una miscela di grani per uccelli esotici, verdura fresca come il tarassaco dei campi, una fettina di mela un paio di volte alla settimana e un pastoncino all’uovo durante l’allevamento dei piccoli. Per conoscere le fiere in cui è esposto e in vendita basta consultare il sito della Foi (Federazione ornicoltori italiani) che raggruppa i principali allevatori delle diverse specie di uccelli ornamentali, compreso il diamante di Gould. Le prime introduzioni di questo uccello nel nostro Paese risalgono agli anni Sessanta del secolo scorso, periodo in cui era assai difficile reperirlo e le esperienze di allevamento ancora agli albori. A quel tempo veniva allevato ricorrendo a balie per la cova e l’allevamento dei nidiacei (si usava il comunissimo passero del Giappone), ma i diamanti di Gould oggi in vendita sono ormai in grado di compiere il ciclo di allevamento autonomamente e da una coppia è possibile ottenere diversi nati all’anno.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?

Approfondimento

Quaglia selvatica Allevamenti
Ecco come allevare la quaglia La quaglia selvatica (Coturnix coturnix) è un piccolo uccello (80-100 grammi di peso) molto prolifico, allevato sia per la produzione di uova che di carne. La deposizione inizia già al… (continua)
Pecore Suffolk Allevamenti
Suffolk, pecora che non passa inosservata L’allevamento della pecora Suffolk in un pascolo recintato è naturale, non inquinante e a ciclo chiuso: il terreno fornisce l’erba, le pecore mangiano l’erba, i loro escrementi concimano il terreno,… (continua)
Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER