Trattamento con acido ossalico gocciolato contro l’acaro varroa

Trattamento invernale contro la varroa con acido ossalico gocciolato
la Redazione
9 ottobre 2014

ll trattamento autunnale di pulizia va effettuato entro il mese di novembre con il blocco di covata e con le temperature superiori a +10 °C. È consigliato distribuirlo con gocciolatoio

Il trattamento contro la varroa con acido ossalico si effettua a partire dall’inizio di ottobre fino al mese di novembre. Il trattamento va effettuato in assenza di covata in quanto gli acari non sono protetti all’interno delle celle opercolate ma si trovano sul corpo delle api e risultano quindi più esposti all’azione dell’acido ossalico. Nelle zone con clima più freddo può verificarsi un’interruzione naturale dell’ovideposizione e questo fenomeno va sfruttato ai fini del controllo della varroa.

Utilizzate acido ossalico, disponibile in buste da 35 grammi (confezione per 10 alveari) da sciogliere in 500 ml di sciroppo zuccherino. Va somministrato, secondo le indicazioni fornite in etichetta del prodotto, mediante uno spruzzatore-gocciolatore a ricarica.

L’efficacia del trattamento è massima e duratura se esiste un coordinamento territoriale tra apicoltori. In questo periodo continuate il controllo periodico della caduta di acari sul fondo mobile.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?

Approfondimento

Quaglia selvatica Allevamenti
Ecco come allevare la quaglia La quaglia selvatica (Coturnix coturnix) è un piccolo uccello (80-100 grammi di peso) molto prolifico, allevato sia per la produzione di uova che di carne. La deposizione inizia già al… (continua)
Pecore Suffolk Allevamenti
Suffolk, pecora che non passa inosservata L’allevamento della pecora Suffolk in un pascolo recintato è naturale, non inquinante e a ciclo chiuso: il terreno fornisce l’erba, le pecore mangiano l’erba, i loro escrementi concimano il terreno,… (continua)
Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER