La raccolta e la conservazione della lattuga a cappuccio

Lattuga prona per la raccolta
la Redazione
16 aprile 2014

Ecco come bisogna procedere per la raccolta e conservazione della lattuga a cappuccio.

La raccolta della lattuga a cappuccio si esegue quando i cespi sono ben chiusi e compatti e non cedono sotto la pressione delle dita. Per raccogliere la lattuga a cappuccio si può, specialmente nei terreni più sciolti, affondare un robusto coltello nel suolo e tagliare le radici (1). Nei terreni pesanti, o tendenzialmente compatti, per togliere i cespi dalle aiole è più conveniente impiegare una vanga (2) od un forcone. Ai cespi, dopo la raccolta, si tolgono di regola le foglie esterne (3), solitamente più o meno rovinate perché a contatto con il terreno, e si tagliano quasi del tutto le radici (4). I cespi vanno poi adagiati con delicatezza in una cassetta, da portare nel più breve tempo possibile in un locale fresco.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?

Approfondimento

Piantina orto scottatura telo nylon pacciamatura – Vita in Campagna Orto
Trapianti estivi su teli pacciamanti neri, occhio alle scottature La coltivazione degli ortaggi eseguita con trapianto estivo su pacciamatura di teli neri può andare incontro a scottature delle piante. Se il trapianto è eseguito in fori molto piccoli, dai… (continua)
Piantina di rucola selvatica Orto
Rucola selvatica: caratteristiche, proprietà e differenze con quella coltivata Le rucole appartengono alla famiglia delle Crucifere. Come rucola selvatica sono utilizzate alcune specie: le più conosciute sono la Diplotaxis tenuifolia (che è la più diffusa) e la Diplotaxis muralis. Il… (continua)
Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER