Semina spinaci: fino a metà ottobre è il periodo ideale

Spinaci della varietà autunno-invernale Melody
la Redazione
5 settembre 2019

Lo spinacio è un ortaggio che resiste bene al freddo e si adatta a diversi tipi di terreno. In base alle numerose varietà si può coltivare in diversi periodi dell'anno ma quello tra la seconda metà di agosto e metà ottobre è uno dei più indicati per seminarlo

Nei piccoli orti spesso si esegue la semina a spaglio, ma anche per lo spinacio il sistema più razionale è quello della semina a file (o righe) distanti tra loro 20-30 (o anche 40) cm, in rapporto allo sviluppo della varietà, riportato sulle bustine o nel catalogo delle ditte sementiere. Il seme si interra a 0,5-1 cm di profondità: quella minore si tiene nei suoli pesanti, quella maggiore nei terreni più sciolti. La quantità di seme da utilizzare per metro quadrato varia da 2 a 4 grammi, in rapporto allo sviluppo della varietà. Con temperature attorno ai 15 °C il seme germina in circa 10 giorni. Quando è avvenuta la germinazione, se le piantine sono troppo fitte, occorre diradarle tenendole distanti sulla fila 5-10 cm. Quando si acquistano le sementi è indispensabile accertarsi che la varietà su cui ci si orienta sia adatta al periodo di semina prescelto. Se si sbaglia il momento di semina di una determinata varietà di spinaci, la coltura dà risultati scadenti dal punto di vista quantitativo e qualitativo, o peggio ancora non si ottiene alcun raccolto, perché le piante vanno rapidamente a seme.

<Sfoglia l'articolo

Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?

Approfondimento

Piantina orto scottatura telo nylon pacciamatura – Vita in Campagna Orto
Trapianti estivi su teli pacciamanti neri, occhio alle scottature La coltivazione degli ortaggi eseguita con trapianto estivo su pacciamatura di teli neri può andare incontro a scottature delle piante. Se il trapianto è eseguito in fori molto piccoli, dai… (continua)
Piantina di rucola selvatica Orto
Rucola selvatica: caratteristiche, proprietà e differenze con quella coltivata Le rucole appartengono alla famiglia delle Crucifere. Come rucola selvatica sono utilizzate alcune specie: le più conosciute sono la Diplotaxis tenuifolia (che è la più diffusa) e la Diplotaxis muralis. Il… (continua)
Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER