Zucca e zucchino: i lavori di maggio e giugno

Zucca 410×240
la Redazione
30 aprile 2017

Dalla semina di entrambe alla prima raccolta dello zucchino, da maggio inizia la loro coltivazione. Ecco le operazioni e le cure da seguire.

Per lo zucchino, da inizio maggio a tutto giugno, seminate in pieno campo e/o mettete a dimora piantine con pane di terra. Eliminate le piante infestanti dalle colture. Concimate in copertura e, se necessario, irrigate. Allevate, se possibile, le piante su sostegni. Dalla seconda metà di maggio procedete alle prime raccolte in coltura protetta; in pieno campo potete iniziare da metà giugno. Per la zucca, per tutto il mese di maggio, potete procedere con la semina in pieno campo e/o mettete a dimora piante con il pane di terra.

Effettuate con scrupolo la pulizia delle colture perché le distanze d’impianto sono elevate (in particolare per la zucca) ed è facile che le piante infestanti nelle prime fasi di coltivazione si sviluppino in abbondanza. A questo scopo impiegate sia una zappa con lama quadrata o rettangolare che un estirpatore. Potete però eseguire la pacciamatura, tanto delle aiole di zucchino quanto di quelle di zucca, con teli plastici scuri o con paglia. Concimate in copertura e se necessario irrigate. Dalla seconda metà di maggio, o anche prima, procedete alle prime raccolte di zucchino in coltura protetta. Attorno a metà giugno iniziate invece a raccogliere in pieno campo.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?

Approfondimento

Piantina orto scottatura telo nylon pacciamatura – Vita in Campagna Orto
Trapianti estivi su teli pacciamanti neri, occhio alle scottature La coltivazione degli ortaggi eseguita con trapianto estivo su pacciamatura di teli neri può andare incontro a scottature delle piante. Se il trapianto è eseguito in fori molto piccoli, dai… (continua)
Piantina di rucola selvatica Orto
Rucola selvatica: caratteristiche, proprietà e differenze con quella coltivata Le rucole appartengono alla famiglia delle Crucifere. Come rucola selvatica sono utilizzate alcune specie: le più conosciute sono la Diplotaxis tenuifolia (che è la più diffusa) e la Diplotaxis muralis. Il… (continua)
Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER