Elogio dei piccoli frutti: more, ribes, lamponi e mirtilli

piccoli-frutti-mirtilli-lamponi
la Redazione
1 giugno 2019

Per tutta l'estate i frutteti familiari di campagna regalano in abbondanza preziose prelibatezze come ad esempio more, ribes, lamponi e mirtilli. Definiti comunemente piccoli frutti, contengono sostanze protettive assai importanti per il benessere e la salute dell'organismo umano

I piccoli frutti che arrivano a maturazione nei mesi estivi non sono solamente delle prelibatezze con le quali confezionare o arricchire numerosi piatti: dalle crostate allo yogurt, dai succhi ai gelati. Sono anche e prima di tutto veri e propri scrigni letteralmente colmi di sostanze protettive per l’organismo come vitamine, sali minerali, acidi organici, pigmenti antiossidanti e antibatterici… Vediamo dunque di alcuni le caratteristiche più interessanti.

Le more

Le more, prodotte dal Rubus fructicosus, sono ricche di zuccheri, vitamine A, C e B1, di un olio essenziale che ha proprietà battericida e sali minerali. Questi frutti hanno virtù antiscorbutiche, astringenti (ma anche lassative se mangiati in abbondanza al mattino a digiuno) e depurative. Sono un ottimo alimento per chi soffre di afte e infiammazioni della bocca. Oggi per raccogliere le more non è più necessario fare una scampagnata, visto che si possono coltivare anche nel proprio frutteto. Il sapore del frutto selvatico, tuttavia, non teme confronti.

I ribes neri e quelli rossi

Queste due saporite bacche, prodotte rispettivamente dal Ribes nigrum e dal Ribes rubrum, hanno interessanti proprietà. Il ribes è un ottimo aperitivo, un efficace lassativo (contiene ben 3,6 grammi di fibre per 100 grammi, una quantità ragguardevole per un frutto fresco, secondo solamente al lampone), disinfiamma le vie urinarie, è diuretico (quindi anche depurativo) e facilita il lavoro del fegato. Ma queste bacche sono soprattutto ricchissime di vitamina C, di sostanze antiossidanti, di elementi minerali e di acidi organici come il malico, il citrico e il tartarico che svolgono un ruolo importante nel mantenimento dell’equilibrio acido-base nell’organismo. Il consumo di ribes è quindi molto indicato in tutti i casi di artrite, di gotta e di reumatismi, ma è utile anche negli episodi febbrili, nelle insufficienze di minerali e di vitamine, nelle irritazioni della pelle provocate da un processo di intossicazione.

I lamponi

I lamponi, prodotti dal Rubus idaeus, non sono solo un alimento energetico e dissetante, ma sono dotati anche di buone proprietà antinfiammatorie e protettrici della pelle e dei capillari. Consumare lamponi e applicarli schiacciati direttamente sulla cute è utile per ottenere sollievo nelle irritazioni, soprattutto in presenza di pelli sensibili. Ottimo anche il ristoro portato alle gengive irritate e sanguinanti. I lamponi, per l’aroma gradevolissimo e il colore intenso, sono inoltre impiegati nel settore liquoristico e nella produzione di bevande e prodotti dolciari, oltre che nel settore farmaceutico come correttivi dell’odore e del sapore. Il lampone, al pari degli altri piccoli frutti, alimenta spesso, nelle regioni alpine, una fiorente industria che produce derivati di pregio (succhi, confetture, gelatine, vini e distillati).

I mirtilli

I mirtilli, prodotti dal Vaccinium myrtillus, sono prima di tutto un eccellente disinfettante delle vie urinarie e dell’intestino, dove esercitano anche una buona azione antiputrefattiva. Il succo di mirtillo contiene sostanze che impediscono all’Escherichia coli (il germe solitamente responsabile delle cistiti e delle uretriti) di aderire alle mucose delle vie urinarie, limitando così in modo efficace la sua moltiplicazione. La vitamina A del mirtillo favorisce la rigenerazione dei rivestimenti interni ed esterni del corpo (mucose e cute) e mantiene l’integrità delle pareti dei vasi sanguigni. Gli estratti di mirtillo, infatti, sono impiegati in terapia da parecchi decenni, specialmente nei confronti di alcuni disturbi degli occhi (retinite pigmentosa, retinopatia diabetica, degenerazione maculare) e per il trattamento e la prevenzione delle vene varicose, delle emorroidi, delle gastriti e delle ulcere dello stomaco. I flavonoidi, ben presenti nel mirtillo, hanno proprietà antinfiammatorie, antiallergiche, antivirali e anticancerogene e sono probabilmente in grado di modulare e di regolare diversi altri aspetti del funzionamento dell’organismo. Stimolano, tra l’altro, l’attività della vitamina P, un insieme di fattori che potenziano la funzione della vitamina C, proteggendo la struttura dei capillari, impedendo le emorragie e concorrendo alla prevenzione delle varici. I flavonoidi, inoltre, preservano tutto l’organismo dai danni provocati dai radicali liberi.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?

Approfondimento

Piantina orto scottatura telo nylon pacciamatura – Vita in Campagna Orto
Trapianti estivi su teli pacciamanti neri, occhio alle scottature La coltivazione degli ortaggi eseguita con trapianto estivo su pacciamatura di teli neri può andare incontro a scottature delle piante. Se il trapianto è eseguito in fori molto piccoli, dai… (continua)
Mele pronte per la raccolta Cucina
Sidro di mele fatto in casa Per prima cosa bisogna tagliare le mele a piccoli pezzi e metterle in un recipiente dove devono riposare per 6-8 ore a circa 12-15 °C, quindi si centrifugano. Il succo… (continua)
Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER