Iniziare la coltivazione del rafano, detto anche cren

Disegno del cren rafano
la Redazione
5 febbraio 2016

Il sapore pungente e molto piccante rappresenta la caratteristica principale che rende interessante l’utilizzo del rafano in cucina per accompagnare e insaporire numerosi piatti. Un buon motivo per coltivarlo nell'orto

Preparazione del terreno per  la coltivazione del rafano

Se disponete di un terreno compatto e pesante vi consigliamo, verso la fine dell’autunno, di lavorarlo in profondità (45-50 cm), evitando di portare in superficie lo strato inerte sottostante. In presenza invece di un terreno sciolto va eseguita, sempre a fine autunno, una lavorazione sino a 30-35 cm di profondità. Il cren predilige terreni ricchi di sostanza organica, quindi al momento della preparazione del terreno interrate 6-7 kg per metro quadrato letame maturo, o compost.

Impianto delle talee di radice

radice cren rafanoL’impianto, in Pianura Padana, si esegue generalmente in marzo-aprile interrando verticalmente talee di radice della lunghezza di circa 5-6 cm in singole buchette della profondità di 30 centimetri, rispettando queste distanze:

  • tra una buchetta e l’altra di 50-60 cm;
  • tra una fila e l’altra di 70-80 cm.

Nelle zone temperato-calde del Centro-Sud questa operazione si può eseguire anche in autunno.

Come coltivare il rafano: concimazione, irrigazione e interventi »

 

>Sfoglia l'articolo

Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?

Approfondimento

compost Giardino
Compost, come produrlo con successo Innanzitutto la compostiera va posizionata in un luogo ombreggiato, protetto dalle correnti fredde, su un terreno piano e leggermente zappato per favorire l’azione dei lombrichi e lo scambio di microflora… (continua)
impianto-irrigazione-orto Orto
Come irrigare gli ortaggi risparmiando tempo e acqua Nella gestione e nella cura dell’orto, l’irrigazione è senza dubbio l’operazione che richiede più tempo in assoluto, soprattutto in annate che presentano lunghi periodi siccitosi. Per ottimizzare il lavoro, e… (continua)
Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER