Raccolta ed essiccazione dell’origano

Origano in fiore
la Redazione
17 giugno 2015

La raccolta dell'origano va di pari passo con il periodo di fioritura. Ecco come procedere

Per l’origano nei mesi di luglio e di agosto inizia il periodo della fioritura ed è in quest’epoca che vanno eseguite le raccolte. Scegliete giornate di bel tempo e operate il mattino non appena la rugiada della notte se ne è andata; tagliate le infiorescenze mantenendo uno stelo di circa 20 cm, legatele a mazzetti da porre a essiccare appesi in luogo ventilato e al riparo della luce diretta (per esempio sotto una tettoia o un porticato).

Una volta essiccati, i mazzetti di origano vanno battuti o sbriciolati recuperando fiori e foglioline ed eliminando ogni porzione legnosa; quindi il prodotto così ottenuto va conservato, in sacchetti di carta o di tela, in luogo fresco e asciutto, sempre al riparo dalla luce. Le operazioni di raccolta fungono anche da potatura quindi, nel mese di settembre, non saranno necessari altri interventi colturali.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?

Approfondimento

Piantina orto scottatura telo nylon pacciamatura – Vita in Campagna Orto
Trapianti estivi su teli pacciamanti neri, occhio alle scottature La coltivazione degli ortaggi eseguita con trapianto estivo su pacciamatura di teli neri può andare incontro a scottature delle piante. Se il trapianto è eseguito in fori molto piccoli, dai… (continua)
Topinambur-coltivato-orto-coltivare Orto
Coltivare il topinambur nell’orto di casa Il topinambur, detto anche ciapinabò, tupinabò, taratufolo, trifola, patacca, carciofo di canna, patata del Canada, ecc., è una pianta erbacea spontanea, parente stretta del girasole, dal quale però differisce per… (continua)
Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER