Melo. Iniziare a irrigare ai primi sintomi di sofferenza

Giovane melo sofferente per mancanza di
la Redazione
10 aprile 2014

La richiesta di acqua delle piante di melo varia con il tipo di terreno, il tipo di portinnesto e la profondità della falda, ma è la pianta a dire quando iniziare a irrigare.

Da maggio, il progressivo rialzo delle temperature associato a periodi senza piogge può determinare le prime situazioni di insufficienza d’acqua. Il momento più opportuno per iniziare a irrigare varia molto da caso a caso in base al tipo di terreno, alla profondità della falda acquifera e dal tipo di portinnesto. Prima di tutto, però, verificate lo stato e il buon funzionamento degli impianti di irrigazione.

In linea generale conviene partire con la prima irrigazione quando i meli cominciano a mostrare i primi sintomi di mancanza d’acqua, sintomi che consistono in un leggero appassimento delle foglie solo durante le ore più calde della giornata. Fino a questo stadio gli alberi non sono ancora in una condizione di sofferenza idrica vera e propria, e quindi non vi sono significative ripercussioni negative sull’accrescimento dei frutti e sullo sviluppo vegetativo. Dopo aver effettuato la prima irrigazione, in assenza di nuove piogge proseguite con turni irrigui di 5-7 giorni nei terreni sabbiosi o sassosi e di 10-12 giorni in quelli argillosi, che trattengono molto l’umidità. A ogni irrigazione vanno distribuiti indicativamente 25-30 litri di acqua per metro quadrato di meleto; sono diversi i metodi per misurare la quantità d’acqua che si apporta con sufficiente precisione.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?

Approfondimento

decespugliatore-protezioni-dpi Frutteto
Decespugliatore: tutto sulle testine di taglio a filo Nei decespugliatori con le testine a filo questo è avvolto a bobina su un rocchetto all’interno di un guscio di plastica apribile. I due capi dei fili preposti al taglio… (continua)
Potatura melo Frutteto
Lezione di potatura del melo Inizia tenendo presente la regola d’oro per la potatura del melo: maggiore è la vigoria della pianta di melo, minore deve essere l’entità della potatura. Ecco come procedere: valuta la… (continua)
Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER