Quando e come è possibile anticipare la semina delle piante aromatiche

Semina in seminiera
la Redazione
5 febbraio 2015

Una volta preparata la zona destinata alle piante aromatiche, decidete quali coltivare e seminatele per poterle trapiantare già da marzo-aprile

Se avete a disposizione un locale riparato, anche non riscaldato, nel quale la temperatura non scende al di sotto di 5-7 °C, dalla metà di febbraio potete iniziare le prime semine delle piante aromatiche.

Quindi, riempite una seminiera con terriccio per le semine, poi livellate e pressate leggermente la superficie con una cazzuola. Spargete il seme (a) e coprite la semente con un leggero strato di terriccio (b) da pressare poi per favorire l’adesione tra semente e terriccio stesso. Al momento dell’innaffiatura stendete sopra un foglio (c) di carta di giornale per evitare lo spostamento del terriccio: in questo modo l’acqua penetra lentamente nel terriccio bagnandolo perfettamente; il foglio dovrà essere tolto nel momento in cui spuntano le piantine. Per favorire il mantenimento di una buona umidità del terriccio, coprite la seminiera con una lastra di vetro (d).

Appena le piantine emettono le prime foglie, con l’aiuto di un bastoncino appuntito scalzatele delicatamente e posizionatele in contenitori alveolari una ad una. Dopo 4-5 settimane le piantine saranno pronte per la messa a dimora in piena terra, che in genere avverrà non prima della fine di marzo, meglio se sotto protezione, o nella prima metà di aprile in piena aria. L’aiola deve essere preparata indicativamente entro la fine di febbraio.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?

Approfondimento

Piantina orto scottatura telo nylon pacciamatura – Vita in Campagna Orto
Trapianti estivi su teli pacciamanti neri, occhio alle scottature La coltivazione degli ortaggi eseguita con trapianto estivo su pacciamatura di teli neri può andare incontro a scottature delle piante. Se il trapianto è eseguito in fori molto piccoli, dai… (continua)
Topinambur-coltivato-orto-coltivare Orto
Coltivare il topinambur nell’orto di casa Il topinambur, detto anche ciapinabò, tupinabò, taratufolo, trifola, patacca, carciofo di canna, patata del Canada, ecc., è una pianta erbacea spontanea, parente stretta del girasole, dal quale però differisce per… (continua)
Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER