Distillazione delle piante aromatiche: come si fa

Boccette di oli essenziali
la Redazione
8 maggio 2014

Dopo aver raccolto le piante aromatiche, uno dei tanti usi consiste nel distillarle per ricavarne oli essenziali. È necessario però avere l'attrezzatura giusta.

La distillazione delle piante aromatiche consiste nell’estrazione degli oli essenziali in corrente di vapore. La raccolta delle piante aromatiche da destinare alla distillazione va fatta da maggio a giugno.

In una caldaia si pone dell’acqua fino a raggiungere una griglia, al di sopra della quale si sistema le piante aromatiche in modo compatto e uniforme, quindi si chiude la pentola con un coperchio provvisto di un foro da cui uscirà il vapore. Al foro del coperchio si aggancia un tubo provvisto di un sistema di refrigerazione ad acqua corrente. Il vapore formatosi nella caldaia, salendo, attraversa la massa di piante aromatiche, rompe le cellule che contengono l’essenza e, trasportandola con sé, transita nel tubo di raffreddamento; il condensato si raccoglie nella porzione in vetro del sistema di raffreddamento, dove per decantazione si separa in olio essenziale e acqua aromatica, per essere infine recuperato tramite un rubinetto.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?

Approfondimento

Piantina orto scottatura telo nylon pacciamatura – Vita in Campagna Orto
Trapianti estivi su teli pacciamanti neri, occhio alle scottature La coltivazione degli ortaggi eseguita con trapianto estivo su pacciamatura di teli neri può andare incontro a scottature delle piante. Se il trapianto è eseguito in fori molto piccoli, dai… (continua)
Mele pronte per la raccolta Cucina
Sidro di mele fatto in casa Per prima cosa bisogna tagliare le mele a piccoli pezzi e metterle in un recipiente dove devono riposare per 6-8 ore a circa 12-15 °C, quindi si centrifugano. Il succo… (continua)
Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di Vita in Campagna?
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER